sabato, 31 Luglio 2021

Enac, a Rieti nascerà il Parco dell’Aria

Adeguamento dell’aeroporto in vista dei Mondiali di volo a vela del 2007 e 2008

In previsione dello svolgimento dei campionati mondiali di volo a vela in programma nel 2007 e 2008 presso le strutture aeroportuali di Rieti, l’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, rende noto di aver avviato un iter di riqualificazione dello scalo, promuovendo attività specifiche con Enti, Istituzioni, operatori del settore e con l’Aero Club d’Italia.
L’idea di realizzare proprio a Rieti un “Parco dell’aria” nasce dalle particolari condizioni climatiche dell’area che favoriscono le attività dei volovelisti.
L’obiettivo delle attività avviate dall’ENAC è quello di individuare e realizzare gli interventi migliorativi per innalzare la capacità e la ricettività dell’Aeroporto di Rieti sia per la normale funzionalità, sia per accogliere il prestigioso evento sportivo.

In linea di massima, questi gli interventi che potrebbero essere attuati: riqualificazione delle piste di volo; realizzazione di adeguati piazzali per alianti; interventi migliorativi sugli edifici esistenti; riconfigurazione della viabilità aeroportuale e degli accesi; costruzione di una struttura polifunzionale destinata ad ospitare il museo dell’aliante ed alcuni locali per le attività di volo; realizzazione di strutture idonee per permettere al pubblico di assistere alle manifestazioni; interventi per attrezzare una zona per la ricezione dei partecipanti alle gare con velivolo al seguito.

Con tale scopo, l’ENAC, con la consulenza della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” ed in collaborazione con l’Aero Club d’Italia, recependo le indicazioni di Comune e Provincia di Rieti, ha elaborato un progetto di massima che prevede, quindi, interventi finalizzati a migliorare sia gli aspetti operativi, sia le strutture collaterali e funzionali allo svolgimento dei campionati mondiali.

Il percorso che porterà alla riqualificazione dello scalo prevede vari passaggi. Il progetto di massima dovrà trasformarsi in progetto preliminare con la definizione sostanziale delle opere e dei relativi costi. Sulla base, quindi, di questo progetto preliminare si dovrà predisporre un accordo quadro con gli Enti locali nel quale determinare la ripartizione dei compiti, i tempi e le modalità di realizzazione nonché l’assunzione dei relativi oneri. A seguire potrebbero essere stipulate specifiche convenzioni tra l’ENAC e gli Enti attuativi delle opere individuate.

L’ENAC, inoltre, per quanto di propria competenza, potrebbe intervenire con progetti sugli aspetti operativi delle piste, dei piazzali e delle recinzioni attraverso un percorso di condivisione con l’Aero Club d’Italia, Ente a cui faranno sostanzialmente capo l’organizzazione e lo svolgimento dell’evento.
Per il prossimo 3 novembre è in programma un sopralluogo congiunto sull’Aeroporto di Rieti per un’ulteriore definizione del programma.

News Correlate