mercoledì, 19 Gennaio 2022

Enac, rammarico per ritardo lavori scalo catanese

Il 6 giugno Asac e Sac presenteranno il piano di fusione all’ente

Il Consiglio di amministrazione dell’Enac, ha espresso, tramite una nota , “forte rammarico” per il ritardo nell’esecuzione dei lavori per l’ampliamento dell’aerostazione di Catania. Rammarico che i vertici dell’ente avevano già espresso “in occasione di una recente riunione in cui veniva constatata l’impossibilità di rispettare la data del 31 maggio 2006 per la consegna dei lavori a causa dei ritardi accumulati dalla ATI Romagnoli, società incaricata della realizzazione delle opere”. Il Consiglio di amministrazione ha quindi invitato le strutture interne dell’Enac responsabili del controllo sulle infrastrutture aeroportuali ad esercitare ogni possibile azione volta a sollecitare la ATI al rispetto sia della nuova data di consegna, sia dei impegni assunti dal consorzio nei confronti della società di gestione, e di conseguenza nei confronti dei cittadini, fruitori principali delle opere di ammodernamento dell’aerostazione. Infine, nella stessa nota, l’ente esprime il proprio “compiacimento per lo stato di avanzamento della fusione societaria tra la Asac e la Sac, società di gestione dell’aeroporto di Catania Fontanarossa”. I vertici di Asac e Sac sottoporranno all’Enac l’intero progetto di fusione delle due società nel corso di una riunione fissata per il 6 giugno prossimo.

News Correlate