mercoledì, 18 Maggio 2022

Enit, la Cina non e’ una priorita’

Bisogna prima risollevare i mercati tradizionali in crisi

Per l’Enit la Cina e’ un mercato interessante, ma in questo momento la priorita’ va data ai mercati tradizionali in crisi, come quello tedesco. Lo ha spiegato il direttore generale dell’Ente, Eugenio Magnani, nel corso di un seminario sul turismo cinese in Italia. “L’Enit – ha affermato Magnani – non sottovaluta l’importanza strategica dei mercati emergenti, dove la Cina e’ sicuramente il piu’ rappresentativo assieme all’India. Tuttavia – ha sottolineato il d.g. – l’auspicato incremento della presenza istituzionale dell’ente in Cina e’ direttamente collegato alle risorse finanziarie e gli investimenti oggi sono determinati da un bilancio non favorevole, per di piu’ in un momento in cui il mercato ci impone di non trascurare i mercati tradizionali, anzi ad investire il piu’ possibile in questi. La Germania e i mercati di lingua tedesca, in leggera sofferenza nel 2005 – ha concluso Magnani -sembrano in recupero nel 2006 grazie anche alle iniziative che l’ente ha intrapreso”.

News Correlate