lunedì, 14 Giugno 2021

Fiavet, con Uftaa per il rilancio internazionale

Azione nel Mediterraneo e classificazione delle AdV gli obiettivi comuni

Creazione di uno spazio di azione mediterraneo e classificazione delle agenzie di viaggio sono i principali punti di intesa raggiunti tra i rappresentanti di Fiavet, Ectaa e Uftaa, al termine dell’incontro di martedì 13 giugno. Nel corso della riunione si è partiti dalla constatazione del rilancio dell’Uftaa, in piena ripresa per quanto riguarda sia il numero degli aderenti che l’azione politica e la rappresentanza della categoria in tutti i consessi internazionali, per convenire circa la necessità di un apporto di idee e di uomini anche da parte della Federazione degli agenti di viaggi italiani. La discussione si è quindi incentrata sulle rappresentanze “regionali” dell’Uftaa, che vivono alterni livelli di efficienza e rappresentatività. Al riguardo la Fiavet ha proposto di considerare anche le “regioni turistiche”, e non solo quelle geografiche, come punto rilevante dell’azione internazionale, proponendo con particolare rilievo l’area del Mediterraneo, a forti connotati di unitarietà, ma che pure è suddivisa tra diversi continenti. L’Uftaa ha quindi proposto alla Fiavet di farsi promotore di un “progetto mediterraneo”, venendo per questo cooptata nel Board dell’Unione mondiale. Infine, si è discusso della classificazione delle attività economiche, la cui concezione ormai arcaica penalizza le agenzie di viaggi ed i tour operator, relegandole al ruolo di ausiliari del trasporto, e negando invece il riconoscimento di motore dello sviluppo turistico. Su questo tema l’Uftaa ha garantito il proprio impegno a sostenere Fiavet in tutte le sedi internazionali, prima tra tutte l’Organizzazione Mondiale del Turismo. “Con la vice presidenza dell’Ectaa a livello europeo, conquistata da Antonio Scipioni all’unanimità il primo giugno nel corso dell’Assemblea di Bonn, – ha concluso Cassarà – e con la cooptazione di Mario Bevacqua nel Board mondiale dell’Uftaa, abbiamo ripreso il corso della nostra presenza internazionale, a favore dei nostri associati e dell’intera categoria”.

News Correlate