venerdì, 27 Novembre 2020

Italiani in vacanza con Fido

Ma ancora molti lamentano l’assenza di strutture adeguate

Un italiano su tre si porta sempre in vacanza il cane e pur di non lasciarlo solo il 18% rinuncia
persino alle ferie. Chi non viaggia con l’amico a quattro zampe di preferenza lo affida ad amici (21%) o consegna le chiavi di casa a un vicino (25%). Nonostante tutto, però, gli abbandoni
estivi di cani e gatti animali non diminuiscono. E’ quanto emerge da un’indagine del Centro Studi Zoomark presentata insieme ai dati sulla ricettività delle strutture vacanziere che ospitano gli animali e sulle opportunità per farli viaggiare meglio. Secondo l’indagine il 39% degli italiani non va in vacanza perché non trova strutture adeguate per il proprio Fido. Eppure proprio in questo senso, l’Italia negli ultimi anni ha fatto notevoli passi avanti. Le strutture che accettano animali, secondo lo studio sono 2.900. Tra alberghi, bar, ristoranti, al primo posto si piazza la Lombardia, ma per quanto riguarda le spiagge attrezzate (una sessantina), la maggior parte si trovano solo in Toscana ed Emilia Romagna. La Puglia ha invece il primato per i campeggi. Per quanto riguarda gli agriturismi, il 49% è in grado di offrire ospitalità agli animali domestici. D’altronde, secondo Coldiretti, “le aziende agrituristiche sono il luogo più adatto per garantire ospitalità agli animali in un ambiente naturale particolarmente confortevole”.

News Correlate