sabato, 28 Novembre 2020

Le emozioni del canyoning nelle gole della Sarca

Con le guide alpine alla scoperta di un ambiente selvaggio e ricco di storia

I torrenti hanno scavato nel corso dei secoli, in molti luoghi del Trentino, profonde forre creando un ambiente selvaggio dove il sole filtra fra enormi rocce scolpite. Scendere nei canyon è diventato uno sport praticato da molti, in solitaria oppure accompagnati dalle guide alpine. Non serve una particolare preparazione fisica, anche se esistono canyon destinati ai principianti ed altri più difficili nei quali serve una certa esperienza. È un’attività divertente, a contatto con una natura incontaminata. Se si decide di provare è meglio farlo in compagnia delle guide alpine, per sentirsi più sicuri, ma anche per avere la possibilità di imparare qualcosa sul luogo che si visita.
Nel programma che l’Apt Terme di Comano – Dolomiti di Brenta ha predisposto per l’estate sono previste nei giorni 9 e 23 giugno, 7 e 21 luglio, 4 e 18 agosto e 8 settembre escursioni guidate gratuite lungo il fiume Sarca nel Canyon del Limarò.
Al di là dell’interesse naturalistico l’escursione si rivela molto singolare perché porta a visitare due costruzioni uniche: il ponte dei “Servi”, ad un’altezza di 85 metri collega in modo ardito le due sponde del fiume Sarca, e l’antico ponte Balandin, ritenuto di epoca tardo romana. Si tratta di un manufatto costruito con grandi massi di roccia calcarea “rosso ammonitico” con un impalcato viabile leggero e “scricchiolante”. Probabilmente da questo deriva il suo nome, Balandin nel senso di ballerino. Di particolare interesse le numerose erosioni fluviali che rendono giustificabile l’appellativo di “Canyon del Limarò”.
Per partecipare all’escursione è obbligatoria la prenotazione presso gli uffici dell’Apt.

Info: Apt Terme di Comano – Dolomiti di Brenta – 0465 702626 –

News Correlate