mercoledì, 28 Ottobre 2020

Lutto nazionale per la Russia; giallo su due donne cecene

Prende corpo la matrice terroristica con obiettivo Putin

Due donne cecene saltate sugli aerei
della morte all’ ultimo momento, sei passeggeri rimasti a terra
per motivi inspiegabili. Si rafforzano col passare delle ore,
sullo sfondo delle prime ammissioni ufficiali, i sospetti e gli
indizi sulla possibile matrice terroristica della duplice
tragedia aerea avvenuta martedi’ sera quasi in simultanea nei
cieli della Russia e costata la vita in totale a 89 persone.
Giornata di lutto nazionale proclamata dal presidente Vladimir Putin. Mentre le squadre di soccorso completavano nella regione di Rostov sul Don (a 1000
chilometri da Mosca) e in quella di Tula (200 chilometri dalla
capitale) l’angosciosa opera di recupero dei resti umani tra i
rottami dei due velivoli scomparsi due sere fa dai radar a pochi
secondi l’uno dall’altro: il Tupolev 154 della Sibir in volo
verso le spiagge di Soci – dove fino a ieri riposava Putin – e
il Tupolev 134 decollato alla volta di Volgograd, la leggendaria
Stalingrado di antica memoria.

News Correlate