sabato, 25 Settembre 2021

Nuovi investimenti sul Mar Rosso: in 3 anni persi 6 mln di turisti

E' il turismo termale la nuova scommessa di Sharm el Sheick. Ma Khaled Fouda, governatore del Sud del Sinai, in un incontro con la stampa al villaggio Veratour Queen Sharm, a Sharm El Sheikh, in occasione della convention del tour operator per il rilancio della destinazione, ha annunciato anche un piano di investimento sul Mar Rosso che prevede la conversione dell'aeroporto militare di Ros El Sidr in aeroporto civile, il raddoppio delle piste di atterraggio e del numero dei terminal dell'aeroporto di Sharm El Sheikh.
"Per noi – ha detto Khaled Fouda – questa città rappresenta il 40% dei ricavati del turismo in tutto l'Egitto". A distanza di tre anni dall'inizio delle proteste della primavera araba, gli effetti negativi sull'andamento turistico in Medio Oriente sono, infatti, tangibili. "Sul Mar Rosso – ha spiegato – quest'anno abbiamo accolto otto milioni di turisti internazionali, una flessione significativa rispetto ai 14 milioni del 2010".

News Correlate