Portofino pensa a nuovi sponsor per autofinanziarsi

Marchi di abbigliamento sportivo sui cartelli segnaletici all’interno del Parco

Seguendo le orme del Central Park di New York, l’Ente Parco di Portofino pensa a farsi sponsorizzare dalle imprese private. O al ticket d’ingresso per le visite nel parco. Le due ipotesi sono state valutate dal consiglio dell’Ente nella programmazione del nuovo piano socio-economico che dovrà essere approvato in autunno. “Ormai – ha spiegato il direttore dell’Ente Parco Portofino, Alberto Girani – siamo alla soglia della sussistenza. A stento riusciamo a coprire gli stipendi. La nostra è una riflessione per aumentare le quote di autofinanziamento. Per il momento solo ipotetica, ma con una base di concretezza”. Così per coprire le spese per la pulizia dei sentieri l’Ente Parco pensa di inserire il logo di una ditta di abbigliamento sportivo nei cartelli di segnaletica in modo da garantirne la visibilità per un lungo periodo. E già alcune aziende come la Slam, Ferrino e Invicta, si sarebbero fatte avanti per partecipare al bando di gara.

News Correlate