mercoledì, 23 Giugno 2021

Rapporto 2002, è ancora valido il “prodotto Italia”

Nel 2001 gli stranieri sono aumentati del 2% contro un calo mondiale dello 0,6%

E’ stato presentato ieri a Roma l’undicesimo rapporto sul turismo italiano e i dati raccolti nelle 700 pagine, edite da Mercuty e distribuite per la prima volta da De Agostini, parlano di un settore capace ancora di attrarre consensi e, quindi, viaggiatori. Nell’anno nero del turismo, segnato dall’attentato alle torri gemelle, con un trend mondiale che ha registrato una contrazione dello 0,6%, l’Italia se l’è cavata bene attirando il 2% in più di turisti stranieri. E’ la conferma che il “prodotto Italia” continua a tirare, soprattutto nei paesi ricchi, Stati Uniti in testa. Proprio per questo è stato introdotto quest’anno uno studio particolareggiato sulla voglia di Italia degli americani, Stato per Stato. Il maggior numero di richieste di informazioni sono giunte dagli abitanti di New York (71,1 ogni 100.000 abitanti), seguiti dai distretti di Washington (45,1), New Jersey (25,9), e via via fino al South Dakota, che chiude con lo 0,7.
Il sistema ricettivo italiano, composto da 120 mila esercizi e 3 milioni e 900 mila posti letto, ha prodotto nel 2000 una crescita del 6,1%. Nel 2001 le presenze di stranieri sono state 146 milioni, delle quali 110 milioni e 866 mila concentrate nel periodo gennaio-agosto. Gli italiani sono stati invece 203 milioni e 127 mila.

News Correlate