martedì, 20 Aprile 2021

Si rinnova l’offerta turistica di Mosca

Itinerari alternativi, come quello alla ricerca dei fantasmi

Grande rivoluzione nel business del turismo a Mosca, dove alle tappe obbligate di un tempo, con in testa il Mausoleo di Lenin e la Piazza Rossa, si sostituiscono nuovi itinerari, compreso uno ”alla ricerca dei fantasmi”. Lo
riferisce oggi il settimanale Ogoniok. Un certo Vladimir, racconta il settimanale, è stato il primo, circa otto anni fa, a inventare una gita turistica ”alla ricerca dei fantasmi”, ma a invitare i turisti a godere della
loro compagnia sono ora una decina di agenzie. La particolarissima gita si svolge immancabilmente di sera, dalle 19:00 alle 23:00, e costa 315 rubli (meno di dieci euro). Di solito, si comincia con una vista al Teatro Pushkin, il ”più mistico”, in cui si aggirerebbero i fantasmi del regista Aleksandr Tairov e dell’attrice Lisa Koonen. Si passa quindi ai vicini Stagni del Patriarca, dove Mikhail Bulgakov ha ambientato il primo capitolo del suo capolavoro ‘Il Maestro e Margherita’, con la comparsa del Maligno nelle spoglie del ‘professor Woland’. E sempre sulle orme del celebre romanzo viene offerta un’altra particolare visita a tutti i luoghi della Mosca di Bulgakov. Tra le altri località da visitare a Mosca ”alla ricerca dei fantasmi”, figurano poi il monastero di San Giovanni con i suoi dintorni, la Cattedrale del Cristo Salvatore e le colline
Vorobiovy (ex colline Lenin). Ma nei loro nuovi itinerari, le agenzie turistiche offrono anche altre gite ”insolite”: alla Mosca dell’epoca staliniana e a varie fabbriche (siderurgiche, di cioccolatini, di pane, di orologi e alla locale raffineria), oppure sulle tracce della storia delle religioni mondiali nelle chiese moscovite e delle prigioniere dei suoi monasteri; nonché dei misteri delle case della capitale russa e di quelli nascosti nelle acque del fiume Yausa oppure ”sotto l’ombra degli alberi”.

News Correlate