sabato, 5 Dicembre 2020

Terrorismo, l’Italia vaglia progetto anti-dirottamento

L’aereo viene dotato di un software che impedisce di cambiare rotta

Un sistema per impedire ad un eventuale aereo dirottato di deviare da alcune rotte prestabilite: il relativo progetto è stato presentato al Comitato interministeriale per la sicurezza dei trasporti aerei e degli aeroporti (Cisa), che attualmente lo sta vagliando. Lo studio, secondo quanto si e’ appreso, è stato messo a punto da un ingegnere dell’Aeronautica militare e, per le vie
gerarchiche, è arrivato al Cisa. Lo stesso ufficiale, alcuni mesi fa (ma la notizia si è appresa solo oggi), è stato sentito dal Comitato interministeriale, che ha disposto degli approfondimenti tecnici prima di decidere se andare avanti con il progetto, oppure di abbandonarlo. Chi conosce lo studio assicura che si tratta di un lavoro ‘interessante’. In sostanza, il dispositivo anti-dirottamento consisterebbe in un sistema di bordo con un software particolare che impedisce a chi si impossessa di un aeroplano di condurlo al di fuori di sentieri di volo prestabiliti. Un eventuale dirottatore, insomma, non potrebbe
dirigersi con l’aereo dove vuole. Il dispositivo può sempre essere disattivato, ma solo conoscendo la procedura segreta per farlo. Il progetto è stato definito in tutti i dettagli e illustrato dallo stesso ideatore al Comitato interministeriale per la sicurezza dei trasporti aerei, che insieme agli analoghi organismi per la sicurezza dei trasporti marittimi e terrestri fa capo al Cocist, il Comitato di coordinamento interministeriale per la sicurezza dei trasporti e delle infrastrutture. Già nel corso della riunione di presentazione sono state fatte domande finalizzate a testare la validità dello studio, che è stato poi deciso approfondire nei suoi aspetti tecnici.

News Correlate