mercoledì, 28 Ottobre 2020

Turchia in Bit alla conquista dell’Italia: nel 2011 oltre 750 mila turisti italiani

Venerdì 17 febbraio conferenza stampa per presentare risultati 2011 e previsioni 2012

La Turchia ha fatto del turismo una priorità assoluta trasformandolo in uno dei settori trainanti dell’economia nazionale. Dal 2001 al 2010 le entrate nel settore del turismo sono raddoppiate (da 10.067.155.000 dollari del 2001 a 20.806.708.000 dollari del 2010) e a breve saranno disponibili i dati del 2011, che confermeranno un ulteriore significativo incremento delle entrate (solo nei mesi gennaio-settembre le entrate ammontano a 17.811.488.000 dollari).
Per quel che riguarda gli arrivi, secondo i dati del ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica di Turchia, i turisti internazionali nel 2011 sono stati 31.456.076, con un incremento medio del 9,86% rispetto all’anno precedente. Di questi, gli italiani sono stati 752.238, a +12,09% rispetto al 2010.
Il mezzo di trasporto privilegiato è l’aereo, grazie all’intensificarsi delle rotte di Turkish Airlines e di numerose compagnie low cost, in n crescita anche i collegamenti via mare, dando conferma dell’importanza del settore crocieristico per l’economia turistica turca. Degli oltre 31 milioni di turisti stranieri giunti in Turchia nel 2011, 21.35.125 hanno scelto l’aereo (+11,50%), 6.901.694 hanno preferito macchina o camper (+0,32%), 2.639.869 via mare (+27,10%) e 47.840 (-21,84%) con il treno.
E proprio per rinforzare il legame che si sta instaurando con l'Italia, la Turchia anche quest’anno sarà presente alla Bit di Milano con lo slogan "Oltre ogni attesa". Il 17 febbraio alle 15 si svolgerà la conferenza stampa ‘La Turchia e il mercato turistico italiano: considerazioni e risultati 2011, previsioni 2012’ alla presenza di Şenay Başer, vice sottosegretario del ministero della Cultura e del Turismo di Turchia. 

News Correlate