lunedì, 21 Settembre 2020

Ue, Monti vuole più poteri sulle alleanze aeree

L’Esecutivo chiede per il commissario maggiore potere di indagine, decisione e ammenda

Il Commissario europeo alla concorrenza, Mario Monti, ha chiesto più poteri nell’attività di controllo delle alleanze aeree che coinvolgono compagnie
extra-europee. Lo ha annunciato a Bruxelles un suo portavoce precisando che
la Commissione europea ha approvato una bozza di regolamento che dovrebbe entrare in vigore il primo maggio 2004. L’esecutivo Ue chiede per il suo commissario alla concorrenza ”poteri di indagine, decisione e ammenda” sulle intese nel trasporto aereo che coinvolgano paesi non-europei come gli Usa. Finora Bruxelles ha una piena giurisdizione – potendo esigere documenti e interventi di modifica o comminare multe – solo quando esamina le alleanze intra-europee. Questa ”anomalia”, come l’ha definita lo stesso Monti in un comunicato, crea lungaggini nell’esame delle alleanze e conseguenti incertezze giuridiche che Bruxelles vuole evitare. L’esame in corso sull’alleanza Skyteam – cui partecipano Alitalia, Air France e la statunitense Delta Airlines – continuerà ad essere condotto in base alle attuali norme: ”In questa fase – ha detto il portavoce, Tilman Lueder – ovviamente non abbiamo questi poteri perciò dobbiamo continuare ad esaminare quest’ultima grande alleanza transatlantica nel modo tradizionale” (Star Alliance e One World sono già state autorizzate da Bruxelles). A maggior ragione il regolamento non riguarda quindi l’esame dell’alleanza tutta europea fra Alitalia e Air France, passo importante dell’adesione della compagnia italiana a Skyteam.

News Correlate