mercoledì, 19 Gennaio 2022

Ue, pronta la carta dell’enoturismo

Alti standard di qualita’ per fare parte delle “strade del vino” europee

Dopo tre anni di lavoro, e’ stata siglata a Parigi la prima carta europea dell’enoturismo e il primo vademecum sulle strade del vino d’Europa. L’iniziativa e’ stata promossa dalle associazioni Citta’ del Vino, Recevin – Rete europea delle citta’ del vino e Arev – Assemblea europea delle regioni vitivinicole. Le strade del vino previste dalla carta si suddividono in “Strada del vino europea” e “Strada del vino europea d’eccellenza”, in base a differenti standard di qualita’. Per entrare a far parte di queste liste, bisogna infatti soddisfare criteri come presenza nel territorio della strada di prodotti autoctoni certificati e vini doc, specifici sistemi di finanziamento, segnaletica e promozione e presenza di personale in grado di parlare almeno due lingue europee e formato professionalmente sulle tipicita’ locali (sia in campo turistico che agroalimentare). La Carta del vino verra’ distribuita in Italia sulla rivista mensile “Terre di Vino” e le prime citta’ del vino potrebbero essere scelte tra le oltre 136 attualmente riconosciute in Italia.

News Correlate