domenica, 25 Ottobre 2020

Upi chiede incontro con neo premier per rilanciare il turismo

“Senza coordinamento si sprecano inutilmente le risorse”

L’Unione delle Province Italiane vuole incontrare il neo presidente del Consiglio “per
ragionare insieme sul futuro del Paese”. Gli assessori provinciali al Turismo e alle attività produttive, nel corso dell’assemblea nazionale dell’Upi, chiedono il rilancio del settore. “Chiederemo al presidente del Consiglio – ha detto Fabio Melilli, presidente dell’Upi, – il rilancio del turismo tra le priorità delle Province, come leva determinante dello sviluppo locale e nazionale”. “Senza un coordinamento nazionale delle strategie per il rilancio di questo settore – gli fa eco Angelo Villani, presidente della Provincia di Salerno e responsabile Turismo per l’Upi, – si rischia di sprecare inutilmente le risorse”. Una delle soluzione praticabili per rilanciare il settore, secondo l’Upi, potrebbe essere una nuova attenzione ai “distretti produttivi”, già introdotta dalla finanziaria 2006, che prevede anche una fiscalità agevolata per le imprese che ne fanno parte. Per Alberto Cavalli, presidente della Provincia di Brescia e responsabile per lo sviluppo economico dell’Upi, “è necessario contribuire alla definizione delle caratteristiche ed alle modalità di individuazione dei distretti, per questo sollecitiamo la nomina dei rappresentanti di Regioni, Comuni e Province nella Commissione specifica che è stata istituita e che concluderà i lavori entro il prossimo ottobre e la rapida attuazione delle norme contenute in Finanziaria”.

News Correlate