domenica, 18 Aprile 2021

Volare Group: dura lotta tra i sindacati

è dibattito tra Cgil e Fit-Cisl Lombardia.

La delegazione dei lavoratori della compagnia Volare Group che ieri ha manifestato pacificamente davanti Villa Recalcati, sede di Prefettura e Provincia di Varese, è stata poi ricevuta dal prefetto Alfonso Pironti e dal presidente Marco Reguzzoni . Durante l’incontro i lavoratori hanno esposto la gravità della situazione e l’urgenza di intervenire convocando un vertice con il ministro del Welfare, Roberto Maroni, prima del 15 novembre, data in cui è prevista la ricapitalizzazione del gruppo. I sindacati guardano all’appuntamento del 15 novembre con speranza ma anche con prudenza e minacciano che “Se la ricapitalizzazione non ci sarà porteranno in piazza tutti i 1400 lavoratori di Volare e con loro quelli dell’indotto, che rischia di creare un effetto domino”.
Le rappresentanze sindacali della Cgil del gruppo “si dichiarano estranei e contrari ad ogni ipotesi di partecipazione dei lavoratori alla gestione aziendale e ritengono che le soluzioni ai problemi vadano ricercate nell’ambito delle normali soluzioni adottate nelle aziende che attraversano periodi di crisi, attraverso ricerche di soci e capitali atti a riportare l’azienda a livelli competitivi nel settore”.
In risposta alle critiche della Cgil rispetto alle proposte, la Fit-Cisl dichiara che “E’ ovvio che se vi fossero nuovi soci disposti alla ricapitalizzazione non sarebbe necessaria alcuna proposta sindacale. Le normali soluzioni proposte dalla rsa della Cgil non sono risolutive della grave crisi che sta attraversando Volare e per questo c’è bisogno di uno strumento innovativo che eviti il baratro al vettore e ne permetta il rilancio” – spiega il segretario regionale Dario Balotta.
Per queste ragioni e per discutere della proposta della Fit-Cisl, si terrà oggi, a partire dalle ore 10:00, un’assemblea aperta a tutti i lavoratori del gruppo presso il cral Sea di Malpensa.

News Correlate