sabato, 26 Settembre 2020

Club Esse, Baldisseri entra nel gruppo come direttore commerciale

Marco Baldisseri entra a fare parte di Club Esse in qualità di direttore commerciale del gruppo turistico che conta su diversi rami d’azienda: proprietà e gestione di hotel e villaggi, servizi di animazione e di intrattenimento, tour operating.

Baldisseri è manager turistico di grande esperienza, con un lungo curriculum di ruoli di high management nel Gruppo Eurotravel, in Sporting Vacanze, Arbatax Park e molti altri ancora.

“Con i titolari di Club Esse c’è stata ottima intesa e condivisione del progetto fin da subito – commenta Baldisseri – Club Esse è in piena espansione, come dimostrano le recenti acquisizioni del Club Esse Shardana e del Club Esse Posada Resort di Palau, che affiancano le altre strutture storiche, che sono il Club Esse Cala Bitta di Baia Sardinia, il Club Esse Gallura Beach di Santa Teresa di Gallura, il Club Esse Sporting di Stintino e il Club Esse Roccaruja di Stintino. E a questi se ne stanno aggiungendo altri che non però posso anticipare”.

La sede di Club Esse è a Roma, dove la società gestisce un altro albergo, l’Hotel 325 a Tor Vergata.
Baldisseri ha una grande conoscenza della Sardegna, dovuta ai suoi trascorsi in Eurotravel, ma soprattutto alla Direzione Commerciale dell’Arbatax Park Resort, una delle strutture più grandi dell’isola con i suoi 2.400 posti letto.

“La Sardegna mi ha stregato – dice Baldisseri –  Distribuire nei mercati nazionale e internazionali le strutture di Club Esse sarà un compito facilitato dalla bellezza e dalle potenzialità del territorio sardo e dall’immagine che la Sardegna offre di sé in tutto il mondo. Detto questo la strategia commerciale sarà quella che dovrebbe perseguire ogni albergatore leasure. A mio avviso esistono 2 strade: avere un interlocutore esclusivo con impegno finanziario, oppure agire in multicanalità. Nel caso della multicanalità, visto che ritengo che il compito primario di un albergatore sia occupare le proprie camere, mi rivolgerò a tutti i mercati e a tutti i canali di vendita, facendo ben attenzione a non scavalcare e a cannibalizzare i vari interlocutori, e quindi gestendo con rispetto e professionalità i vari contratti e le condizioni commissionali sulla base dell’attività svolta dal partner e dei risultati attesi”.

News Correlate