giovedì, 6 Maggio 2021

Enjoy Destinations gioca in anticipo sulle Maldive con 50 resort e molte esclusive 

Enjoy Destinations parte dalle Maldive per rispondere alle esigenze di un cliente profondamente influenzato dalla crisi ma impaziente di poter tornare a viaggiare, anche sul lungo raggio.
“Abbiamo scelto la strada più difficile: continuare a pianificare sul lungo raggio, per supportare le agenzie con proposte inedite e allineate al nuovo contesto di riferimento, non appena si potrà tornare a viaggiare per turismo. Le Maldive, in particolare, sono a un passo dall’immunità di gregge e hanno compiuto grandi sforzi per garantire la sicurezza sanitaria, adeguando i resort e le altre infrastrutture: proprio in queste ore si parla di un allentamento delle procedure di ingresso per i turisti vaccinati e si lavora all’apertura di corridoi preferenziali. Saranno una delle destinazioni più richieste al momento della ripartenza, con particolare riferimento al segmento lusso. Già oggi la domanda è in aumento, anche se non andiamo oltre al preventivo”, ha detto Manuela Altinier, responsabile programmazione Enjoy Destinations.

3 le linee guida che hanno orientato la scelta delle strutture, una cinquantina in totale, con molte esclusive per il mercato italiano: “La selezione che ho operato è stata severissima – prosegue Altinier – isole non sovraffollate, quindi con un ridotto numero di camere e una buona privacy anche per limitare i contatti tra gli ospiti, l’assenza di muretti e frangiflutti invasivi, che deturpano il paesaggio e impattano negativamente sull’ecosistema e sulla biodiversità marina, e l’offerta di esperienze autentiche, per superare gli stereotipi della destinazione e viverla intensamente, godendo della sua parte più vera”.

L’offerta è suddivisa idealmente per fasce di prezzo: sul fronte del lusso, il TO ha stretto accordi, tra gli altri, con The Residence e Soneva. Da segnalare anche i Lux Resort, come il South Ari Atoll Resort & Villas, particolarmente impegnato sul fronte della sostenibilità ambientale, e il Lux Malè Nord, dal design contemporaneo ispirato all’art decò di Miami.
Tra le proposte di fascia medio alta rientra l’Amilla Maldives, un resort su cui ancora pochi operatori italiani hanno puntato, ricavato su un’isola di 23,5 ettari in gran parte incontaminata, inserita nella Biosfera Mondiale dell’UNESCO. “Lo abbiamo scelto – precisa Altinier – anche perché promuove l’economia e le risorse del territorio: dà spazio al folclore, al talento musicale e artistico della popolazione e nella cucina privilegia i piatti della tradizione locale. Offre anche il glamping sulla spiaggia nelle bolle di lusso con vista sul cielo stellato: una soluzione ideale per i viaggi di nozze e i clienti più romantici”.

Non mancano le proposte più attente al budget, ma non per questo meno sorprendenti: “Collaboriamo – continua Altinier – con il centro di studio e ricerca degli squali balena e offriamo pacchetti all inclusive in hotel 3 stelle che comprendono le immersioni subacquee per avvistarli. Chi fotografa un esemplare, fornendo quindi al centro importanti informazioni sulla posizione e sullo stato di salute dell’animale, ottiene un’applicazione che permette di seguirlo grazie agli avvistamenti postati dai futuri viaggiatori”.

Fortemente orientata a promuovere un modello di turismo sostenibile e a basso impatto, rispettoso dell’ambiente e della cultura locale, la programmazione di Enjoy Destinations sulle Maldive prevede anche qualche eccezione alla regola: è il caso, ad esempio, dell’Hard Rock Maldives, perfetto per i gruppi e le famiglie, anche in virtù di una conveniente formula all inclusive, abbinata alla gratuità per bambini e ragazzi fino a 18 anni di età. “Si tratta di una struttura di forte personalità e dalle peculiarità irrinunciabili – conclude Altinier – un’alternativa più internazionale al classico villaggio con animazione italiana, che spinge il cliente fuori dal ristretto perimetro del resort, offrendogli una visione più ampia della destinazione nel suo complesso”. Unico nel suo genere, l’Hard Rock Maldives è dotato di un porto turistico per yacht di lusso, dal quale partono anche le barche per le varie escursioni nell’arcipelago, ed è collegato attraverso un pontile al Crossroads Maldives, un’isola dedicata all’intrattenimento con negozi, caffè, bar, ristoranti, un centro culturale e una ricca vita notturna.

News Correlate