Mare Italia, ma non solo: tra gli italiani c’è voglia di partire

Evolution Travel rileva segnali positivi da parte del mercato con richieste legate prevalentemente al mare Italia, ma anche alle città d’arte e alla montagna. Anche la Spagna e la Grecia stanno suscitando attenzione. La fotografia restituita dal network di consulenti di viaggio online è quella degli ultimi giorni che stanno facendo registrare una risposta nettamente superiore alle aspettative, generata dalle campagne attualmente online, incentrate sulle mete balneari e sul turismo green, culturale o di montagna.

Molto importante per l’orientamento dei comportamenti dei potenziali clienti, la possibilità di cancellare per qualsiasi motivo la prenotazione (gli anticipi dipendono dal prodotto), ma anche l’accesso alla polizza ‘Interruzione Plus’, attivata da Evolution Travel, che copre le spese legate a spostamenti e necessità di soggiorno, nell’eventualità di fermi e quarantene imposti dalle autorità per Covid-19.

Si rileva che circa il 70% delle richieste riguardano il mare – con un interesse principale per Sardegna e Sicilia – e il restante 30% verte su montagna, camping al lago e città d’arte. La maggior parte dei numeri sono generati dal leisure individuale, ma si mettono in evidenza anche alcune richieste per gruppi in differenti località, marine e non.

“Non possiamo certo fare previsioni- commenta Alessandro Baldisserotto, responsabile marketing di Evolution Travel – ma è molto incoraggiante osservare che, non appena abbiamo attivato le campagne, la reazione sia stata immediata con richieste per i nostri consulenti. D’altronde l’intero comparto travel su scala mondiale inizia a riprogrammare, come ad esempio compagnie aeree operative nuovamente da giugno. Naturalmente, la possibilità di annullare senza penali è un forte incentivo, ma osservare che il desiderio di viaggiare è presente e forte è un ottimo segnale che si sovrappone alle variabili ancora molto incerte del futuro. Siamo contenti per l’impegno che il network dei nostri consulenti mette ogni giorno nel proprio lavoro, ma anche, naturalmente, per tutto il settore. Quasi tutte le richieste si riferiscono all’estate inoltrata e all’inizio dell’autunno – dato che immaginavamo – ma è interessante osservare che arrivano già alcune domande per il periodo invernale, motivate dal desiderio di guardare avanti”.

News Correlate