lunedì, 18 Gennaio 2021

Parextour scommette ancora sulla Turchia con una ricca programmazione

Secondo i dati dell’ente del turismo, nel 2017 gli arrivi internazionali in Turchia sono aumentati del 28% e anche i numeri dall’Italia sono stati in crescita. Parextour crede molto nella destinazione e per l’estate 2018 ha ideato una programmazione molto ricca.

Tante le combinazioni di Parextour: spaziano dai circuiti in Cappadocia a quelli ritagliati sul tema trekking, da quelli in esclusiva a quelli con partenze garantite. Della durata da 3 a 9 notti, toccano la costa Egea quanto quella Mediterranea e vanno oltre le programmazioni tradizionali.

Il TO suggerisce minitour con partenze il lunedì, ottimi per il segmento nozze, abbinabili a scelta con Istanbul nei boutique hotel, con caicchi o con soggiorni mare. Pacchetti low cost con 3 notti a Istanbul e 7 al mare in resort all inclusive.
Inoltre, il TO offre al cliente la possibilità di decidere sul posto se aggiungere al proprio viaggio l’escursione in mongolfiera in Cappadocia o l’esibizione dei Dervisci Danzanti. www.parextour.it/destination/turchia/

Per quanto riguarda le crociere in caicco ci sono 6 itinerari fra cui scegliere. Marmaris, Fethiye, Kemer, Kekova, Bodrum, tanti lidi in uno dei paesi col maggior numero di Bandiere Blu. Due crociere si spingono fino alle isole greche del Dodecaneso.

Chi desidera valutare l’imbarco cabin charter, sarà alloggiato in caicchi da 8 cabine, con clientela internazionale. I costi sono più che accessibili, da 340 euro a persona con partenze settimanali garantite; le adv possono scegliere se prenotare direttamente i voli o richiederli a Parextour. È possibile noleggiare interamente un caicco, scegliendone la dimensione da 15 a 40 metri, con l’intero equipaggio a disposizione.
La proposta di Parextour prevede di abbinare alla crociera di 7 notti il Menu Gourmet, che ogni giorno imbandisce menu differenziati a pranzo e cena. www.parextour.it/crociere-in-caicco/

“Nel 2017 gli indicatori internazionali hanno evidenziato il ritorno della fiducia nella destinazione, dove l’interessa non era mai mancato da parte dei viaggiatori. Il solo mercato inglese è aumentato del 70% e i nostri corrispondenti locali ci hanno confermato la ripresa. Riteniamo che molti italiani prenotino la Turchia senza rivolgersi a tour operator o agenzie di viaggio; noi di Parex abbiamo tantissime combinazioni, in gran parte personalizzabili, e con queste puntiamo ad intercettare quel target di potenziale clientela”, ha detto Danilo Chiarappa, direttore Operativo.

News Correlate