Da Ue ok definitivo a norme più flessibili contro crisi per aerei e treni

Via libera definitivo del Consiglio Ue al secondo pacchetto di misure per allentare le regole comunitarie nel settore dei trasporti, uno dei più colpiti dalla crisi causata dal Covid-19. Gli emendamenti alla normativa vigente, approvati attraverso procedura scritta, interessano l’aviazione e il trasporto ferroviario.

Per quanto riguarda gli aerei, la flessibilità concessa dall’Unione si concentra in particolare sulle licenze per le compagnie aeree e la possibilità da parte dei Paesi d’imporre misure di emergenza per limitare il traffico aereo. Inoltre, nuove norme temporanee saranno in vigore per regolare i contratti per la fornitura di servizi di assistenza a terra.

Nel settore ferroviario, le istituzioni Ue hanno approvato l’estensione della scadenza, dal 16 giugno al 31 ottobre 2020, entro la quale i Paesi dovranno recepire la direttiva sulla sicurezza e l’interoperabiltà dei servizi. Le norme entreranno in vigore il giorno dopo la loro pubblicazione in Gazzetta ufficiale, prevista per mercoledì. Le altre misure di flessibilità, riguardanti in particolare il settore portuale, sono state approvate la scorsa settimana.

News Correlate