domenica, 7 Marzo 2021

Da gennaio 2019 trasporti ferroviari più cari nel Regno Unito, è polemica

Nuovo aumento delle tariffe dei treni in arrivo nel Regno Unito, sullo sfondo delle polemiche che investono da tempo buona parte delle linee – mediamente costose e spesso inefficienti -, tanto più alla luce di intoppi recenti e disservizi a ripetizione. Da gennaio il costo dei biglietti salirà infatti di un 3,1%: un’impennata che resta nei limiti del tetto del 3,6% fissato dal governo per le cosiddette tariffe regolate, ma che va oltre l’aumento medio dei salari nel Paese e si aggiunge al +3,4% già applicato dall’inizio del 2018.

Associazioni di consumatori e gruppi di passeggeri avevano chiesto con forza un congelamento dopo le ultime proteste sul caos degli orari introdotti a maggio e le continue denunce di ritardi e problemi vari: specialmente nei confronti di Govia Thameslink Railway e Northern Services, due dei principali gestori delle linee privatizzate fin dall’era Thatcher.

Dal canto suo, il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, ha confermato che i bus e la metropolitana della capitale non aderiranno agli aumenti almeno sino alla fine del 2019.

News Correlate