Domina riporta a casa 150 turisti italiani bloccati sul Mar Rosso

È partito ieri pomeriggio dall’Egitto un nuovo volo speciale, organizzato dall’Ambasciata d’Italia, insieme alla società di comproprietà alberghiera Domina, per riportare a casa oltre 150 turisti italiani rimasti bloccati nelle località del Mar Rosso dopo l’interruzione dei voli internazionali da e per il Paese, in vigore dal 19 marzo.

Il Boeing 737, operato dalla spagnola AlbaStar, ha fatto 2 tappe, a Sharm El Sheikh e a Hurghada, per permettere al maggior numero possibile di persone di fare rientro. I passeggeri sono stati assistiti in aeroporto da personale dei Consolati onorari italiani e della società Domina. A tutti è stata misurata la temperatura prima dell’imbarco ed è stato chiesto di presentare l’autocertificazione ormai obbligatoria, secondo la normativa italiana, per motivare l’ingresso in Italia.

I passeggeri saranno sottoposti ad un obbligo di quarantena per 14 giorni e dovranno mettersi in contatto con la propria ASL di appartenenza per un monitoraggio del loro stato di salute, quale ulteriore precauzione.

Un precedente volo di rimpatrio organizzato dall’Ambasciata era partito dal Cairo il 26 marzo per Roma. In quell’occasione oltre 220 persone avevano potuto lasciare il Paese. Nel complesso, sono quasi 4.000 gli italiani che si trovavano in Egitto e sono stati rimpatriati dall’inizio dell’emergenza Covid-19.

News Correlate