venerdì, 26 Febbraio 2021

Logis presenta la guida L’Exception e i migliori ristoranti ‘Table Distinguée 2018’

Logis, la prima catena di albergatori e ristoratori indipendenti in Europa, presenta la nuova guida ‘Exception Logis’ e i vincitori dei riconoscimenti culinari annuali del brand, tra cui un hotel italiano sulle colline di Perugia.
La nuova guida riunisce gli hotel Logis d’Exception, i ristoranti contrassegnati come Tables d’Exception e Tables Distinguées e le Spas d’Exception. Queste strutture fanno parte del segmento premium della catena e sono rappresentate dal brand l’Exception Logis, lanciato lo scorso giugno.

“L’Exception Logis unisce location straordinarie, con una storia unica, in cui proprietari e chef appassionati si impegnano a trasmettere la loro arte, emblema di autenticità. I premi culinari Table Distinguée e Table d’Exception contraddistinguono invece i ristoranti più prestigiosi, e riconoscono il valore dei talenti della ristorazione sul territorio” spiega Karim Soleilhavoup, dg di Logis Hotel.

L’altro annuncio nel quadro delle eccellenze Logis è relativo ai vincitori dei riconoscimenti culinari Table Distinguée e Table d’Exception, che ogni anno premiano i ristoranti più quotati. Se i Table Distinguée elevano l’arte della gastronomia ai più alti livelli, i Tables d’Exception rappresentano un’esperienza ancora più sublime, con grandi chef pluripremiati e un’atmosfera speciale.

Quest’anno, Logis premia con il ‘Table Distinguée’ 71 chef in tutta Europa, e uno chef con il titolo ‘Table d’Exception’. In Italia, la vittoria va agli chef Stefano e Andrea Rodella, dell’Hotel L’Antico Forziere (Casalina Deruta – PG). In quest’antico casale nel cuore dell’Umbria, la famiglia Rodella offre una cucina che spazia da piatti della tradizione a proposte più innovative, in un mix perfettamente equilibrato, che lo rende un indirizzo imperdibile.

“La nostra filosofia, a partire dalla cura dell’atmosfera e degli ospiti, fino ad arrivare alla scelta degli ingredienti e alla cucina, punta a valorizzare il patrimonio racchiuso nella nostra tradizione e nelle ricchezze del nostro territorio; proprio per l’importanza di tramandare questi valori, dunque, siamo onorati di ricevere questo titolo”, affermano gli chef Stefano e Andrea Rodella.

News Correlate