lunedì, 28 Settembre 2020

Disneyland Paris prima destinazione turistica in Europa

E in Italia la storia si ripete con Gardaland, al terzo posto dopo Colosseo e Musei Vaticani

Con oltre 200 milioni di visite dal 1992, anno della sua apertura, la Disneyland parigina è la prima destinazione turistica europea. In Italia destino simile per Gardaland, che con i suoi circa 3 milioni di visitatori annui, è la terza meta dopo il Colosseo e i Musei Vaticani. I numeri dimostrano che nonostante il numero di giorni di vacanza siano in costante calo, alla vacanza nel parco giochi quando è possibile non si rinuncia. 

In Italia il settore dei parchi divertimento ha iniziato a muovere i primi passi a metà degli anni 60 con Edenlandia a Napoli e Fiabilandia a Rivazzurra di Rimini, ma fu nel '75 quando aprì Gardaland, nato sull'esempio della Disneyland oltreoceano, che il settore cominciò ad affermarsi anche nel nostro Paese. Oggi i parchi divertimento italiani vengono visitati da circa 9 milioni di persone per un impatto economico totale di circa 350 milioni di euro ma è anche vero che l'Italia ha molte meno strutture rispetto a Francia, Spagna e Germania.

"Nonostante la difficile congiuntura economica, anche il 2009 è stato un anno di successo per i parchi divertimento e i parchi a tema nella maggior parte dei paesi europei", dice Andreas Veilstrup Andersen, direttore esecutivo della divisione europea della International Association of Amusement Parks and Attractions (IAAPA) che nel 2009 ha commissionato uno studio dal quale è emerso che i parchi divertimento europei hanno più di 150 milioni di visitatori all'anno e generano 50.000 posti di lavoro, per un impatto economico totale di 8,6 miliardi di euro. Intanto, anche per il 2010 i parchi divertimenti in Europa hanno investito circa 400 milioni di euro in nuove, spettacolari attrazioni sperando in una nuova stagione di successo.

News Correlate