giovedì, 23 gennaio 2020

Tra early booking e prenotazione diretta, come cambia il modo di comprare la vacanza

Prende piede un nuovo modo di prenotare la vacanza: dalla consueta indagine sulle vacanze di fine anno degli italiani, realizzata da Federalberghi con il supporto tecnico dell’istituto ACS Marketing Solutions, il 66,1% degli italiani (contro il 65,2% dello scorso anno) dichiara di organizzare le proprie vacanze basandosi su informazioni pubblicate sui social media o sui siti specializzati. La rete è utilizzata per verificare le caratteristiche della struttura scelta (40,7%), per conoscere e comparare i prezzi (37,1%) e per ottenere informazioni sulla destinazione (31,4%). Solo il 20,5% ritiene che in rete si trovino opinioni spontanee e sincere. Gli utenti più smaliziati, che nutrono meno fiducia verso i social media, sono gli utenti più giovani (età compresa tra 18 e 24 anni) e quelli con un titolo di studio superiore.

Più della metà dei connazionali (il 57,8% a Capodanno e il 50% a Natale) ha prenotato l’alloggio per queste vacanze contattando direttamente la struttura tramite il sito internet, il telefono o l’e-mail. La prenotazione diretta costituisce un’abitudine sempre più diffusa, grazie alla quale è possibile confezionare una vacanza su misura e ottenere trattamenti di favore che non sono disponibili sugli “scaffali” dei grandi supermercati online.

Altrettanto significativa (il 60,5% a Capodanno e il 57,1% a Natale) è la quota di coloro che hanno prenotato la struttura alberghiera o extralberghiera con più di due mesi di anticipo. Anche in questo caso, si tratta di un accorgimento molto utile: chi prenota per tempo ha maggiore possibilità di scelta e spesso può accedere alle tariffe più convenienti previste per il cosiddetto “early booking”.

 

 

News Correlate