sabato, 19 Settembre 2020

Estate, Federalberghi: 70% italiani in vacanza nel Belpaese

Puglia la più gettonata, ma è vero boom per Veneto e Abruzzo

"L'Italia turistica conferma il suo appeal in quest'estate 2010 con quasi 3 italiani su 4, tra coloro che hanno già fatto o stanno consumando le loro vacanze, che l'hanno scelta come meta ideale". È quanto afferma il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, alla lettura dei dati previsionali sulle scelte turistiche estive degli italiani. Il 70,3% di italiani ha scelto o sta scegliendo l'Italia per le proprie vacanze estive mentre all'estero andrà il 27,3%. Per chi va all'estero le grandi capitali europee fungono ancora da elemento catalizzatore con il 44,6% della domanda (rispetto al 45,7% del 2009). Perdono fascino le grandi capitali extraeuropee (10,7% rispetto al 17,1% del 2009) con il calo in prima linea di New York a causa dell'apprezzamento del dollaro rispetto all'euro degli ultimi mesi. Crescono fortemente le località marine ed esotiche con un 22% di domanda (rispetto al 16,4% del 2009), con il Mar Rosso che assorbe da solo quasi il 25% dei flussi, seguito dalle Canarie.Continua a consolidarsi infine la quota di mercato di quanti scelgono una crociera passando dal 4,3% del 2009 al 6% di quest'anno e cresce anche la montagna all'estero che dal 2,1% del 2009 sale addirittura al 4,2% di quest'anno.

In Italia, la Puglia (10%) mantiene anche quest'anno la leadership tra le regioni più gettonate dagli italiani. Seguono a ruota la Sardegna (9,7% rispetto al 9,6% del 2009), la Sicilia (8,8% rispetto all'8,5% del 2009), e l'Emilia Romagna (8,3% rispetto al 10% del 2009). Tiene la Toscana con l'8,3% rispetto all'8,5% del 2009. Esplode il Veneto che incrementa di quasi il 100% la propria quota di mercato, passando dal 4,1% del 2009 all'8,1% di quest'anno. Boom anche per l'Abruzzo che cresce di oltre il 130% passando dall'1,5% di quota di mercato di italiani del 2009 al 3,5% di quest'anno, a conferma che la Regione dopo il terremoto gode ampiamente dei favori turistici degli italiani. Crescita altrettanto importante anche per la Campania che passa dal 3,1% del 2009 al 4,2%.

News Correlate