lunedì, 1 Marzo 2021

Google in soccorso del turismo italiano: arriva Hotel Insights

Google sceglie l’Italia come primo paese al mondo per il lancio locale di Hotel Insights, presentato
insieme a MiBACT, ENIT, UNWTO e a Confindustria Alberghi, Federalberghi e Federturismo. La nuova piattaforma offre informazioni e risorse senza costi pensate per aiutare il settore alberghiero a intercettare la domanda turistica potenziale, a cui si aggiunge un programma di
formazione digitale dedicato alle realtà turistiche italiane.

“Sono certa – ha detto Lorenza Bonaccorsi, sottosegretaria al Turismo – che l’intuizione di una piattaforma per il sostegno dei nostri alberghi contribuirà alla ripartenza del settore turistico, in una fase di maturazione della nostra offerta nel nome di un turismo più sano e moderno. Poter contare su strumenti digitali davvero innovativi significa anche consolidare il ruolo delle destinazioni turistiche di domani, le smart destination, in cui la tecnologia gioca un ruolo centrale nel migliorare la vita dei turisti ma anche dei residenti, in cui i dati diventano strumento per un utilizzo più attento e responsabile delle risorse”.

“La pandemia, con i forti cambiamenti che ha prodotto, ha accresciuto la necessità da parte degli
operatori del turismo di rimanere costantemente aggiornati sulle esigenze e comportamenti della
domanda e dei competitor – ha aggiunto Eleonora Lorenzini, direttrice dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano – Per questo risultano estremamente preziosi quegli strumenti che permettono l’accesso alle informazioni e stimolano i gestori delle strutture ricettive e dotarsi di competenze per un utilizzo sempre più costante e strategico dei dati”.

Hotel Insights punta a fornire informazioni e risorse per aiutare il settore a portare avanti il proprio processo di digitalizzazione. Il nuovo Hotel Insights permetterà infatti alle strutture e agli operatori del settore di ottenere informazioni riguardo alle ricerche effettuate dai potenziali turisti, da quali paesi arrivano e come cambiano le loro ricerche nel tempo. Inoltre, fornirà consigli utili su come sfruttare al meglio queste informazioni, aiutando a sviluppare conoscenza e asset digitali a sostegno delle proprie attività. Insieme a Hotel Insights, verrà reso disponibile un programma di formazione che comprende i “Google Digital Training”, corsi online che saranno fruibili direttamente dai siti di Confindustria Alberghi, Federalberghi, Federturismo Confindustria per tutti i loro associati, insieme a un intero modulo di corsi dedicato al verticale turismo di Eccellenze in Digitale 2020-
2021, un progetto supportato da Google.org e in collaborazione con Unioncamere.

L’impegno di Google a sostegno del turismo si inserisce nel più ampio progetto “Italia in Digitale”, il piano presentato lo scorso luglio per accelerare la ripresa economica del Paese e aiutare le aziende grandi e piccole ad acquisire nuove competenze digitali.

“Da italiana sono molto orgogliosa del lancio mondiale del nuovissimo tool di Google di Hotel Insights proprio dall’Italia, scelta anche dallo UNWTO l’anno scorso come primo paese per lanciare la campagna di #RestartTourism globale. Affinché questa ripartenza avvenga da uno spazio realmente efficace, duratura e resiliente è infatti assolutamente necessario che ci sia dialogo e condivisione per poter disegnare percorsi strategici informati e consapevoli”, ha spiegato Alessandra Priante, direttore del Dipartimento Regionale Europa di UNWTO.

“Una sinergia digitale che mette a sistema le esperienze e il know how che quotidianamente Enit fornisce al sistema turistico italiano. L’analisi dei dati è il futuro per sviluppare strategie mirate e performanti che non disperdano lavoro, investimenti, produttività e valore”, ha aggiunto Giorgio Palmucci, presidente di Enit.

“Il settore turistico e quello alberghiero in particolare stanno vivendo l’anno certamente più difficile della loro storia. In questo quadro il digitale può e deve giocare un ruolo fondamentale per intercettare il nuovo mercato che si aprirà a valle di questa crisi”, ha detto Barbara Casillo, direttore generale di Associazione Italiana Confindustria Alberghi.

“Apprezziamo e supportiamo questo progetto – ha osservato Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi – Sin da marzo stiamo lavorando, oltre che per far sopravvivere i nostri associati in questa situazione difficile, anche per farli arrivare più forti alla ripresa dei viaggi. Siamo consapevoli che in questo periodo, quando i conti sono completamente in rosso, è difficile pensare alla formazione dei dipendenti, ma è questo che farà più forte il settore una volta passata la tempesta. La conoscenza (intesa sia nel senso di competenza che di mercato) sarà basilare per il futuro.”

“Se c’è un aspetto drammatico, ma illuminante che la crisi sanitaria ha lasciato nell’immaginario collettivo – ha dichiarato Marina Lalli, presidente di Federturismo Confindustria – è che dovremo ripensare il turismo del domani, un turismo nuovo che dovrà saper cogliere le opportunità connesse al digitale”.

“Il momento storico che stiamo vivendo pone più che mai l’Italia di fronte al bisogno di crescere economicamente e, affinché questo sia possibile, intraprendere un processo di trasformazione digitale è oggi indispensabile. Il nostro impegno nel supportare il Paese per accelerare la ripresa economica, in linea con quanto annunciato nel nostro piano “Italia in Digitale”, si riconferma ora con un’attenzione particolare al turismo, duramente colpito dalle conseguenze della pandemia, ha concluso Fabio Vaccarono, vice president di Google.

https://hotelinsights.withgoogle.com/intl/it_it/

News Correlate