Palmucci: evitare psicosi e allarmismi. Attività Enit non si ferma 

“Nessuna paralisi delle nostre attività. La promozione dell’Italia turistica non si arresta e saremo in fiera la settimana prossima all’Itb di Berlino così come a Budapest da oggi. Siamo consapevoli della situazione e sono state prese le misure necessarie, ma occorre evitare  psicosi e allarmismi eccessivi affidarsi a un’analisi obiettiva onnicomprensiva”. Lo dice Giorgio Palmucci, presidente dell’Enit – Agenzia Nazionale del Turismo italiano.

“L’attuale fase transitoria – continua – ci impone, quale Agenzia Nazionale del Turismo, di attivare un monitoraggio scrupoloso per aggregare tutti i dati provenienti dagli operatori del settore a livello internazionale e dalle sedi Enit nel mondo nonché dai tour operator e dagli aeroporti così da avere un quadro completo e dettagliato. L’impatto sul turismo avviene in un momento di affluenza turistica limitata, eccetto per le località montane. I principali flussi turistici partiranno dalla Pasqua e dai ponti primaverili, ed è per questo che i membri della filiera turistica, pubblici e privati, devono manifestare una maggiore coesione e uniformità di obiettivi. Invito a riflettere – conclude Palmucci – sul fatto che gli aeroporti sono aperti e continuano ad accogliere turisti”.

 

News Correlate