martedì, 22 Settembre 2020

A Skipass presentata la Carta della Montagna Bianca

Con la stagione invernale ormai alle porte l’offerta turistica italiana riparte dalla Carta della Montagna Bianca, documento strategico presentato al Salone Skipass di Modena. L’obiettivo è di favorire una pianificazione dello sviluppo di una filiera turistica che genera un fatturato di 10,5 miliardi di euro, l’11,2% dell’intero comparto, e occupa oltre 390 mila addetti.

“Dobbiamo investire su un turismo esperienziale, su un turismo legato alle attività sportive, fortemente ancorato alle identità e ai valori di ogni territorio”, ha spiega Andrea Corsini, assessore al turismo della Regione Emilia Romagna. Tra i principi indicati dalla carta figurano la tutela e il corretto utilizzo delle risorse naturali, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio esistente, l’innalzamento dell’immagine della montagna nazionale.

“Dobbiamo dare al settore turistico una dignità vera, è la terza economia europea e per questo motivo dobbiamo considerarla un’industria. In più questo settore non delocalizza: investendo sul turismo si investe su uno specifico territorio, facendo sì che la ricchezza che si produce li rimanga”, ha commentato Isabella De Monte, componente della Commissione trasporti e turismo al Parlamento europeo, intervenuta alla presentazione della Carta.

 

News Correlate