domenica, 14 Agosto 2022

13 wedding planner stranieri alla scoperta dell’Italia con Monica Balli

Tredici event & wedding planner provenienti da quattro continenti hanno trascorso due settimane fra il Centro e il Sud Italia grazie all’iniziativa di Monica Balli Events Reboot 2021– alla scoperta di nuove destinazioni. Più che un fam trip è stata una prolungata e approfondita full immersion nelle bellezze, nei sapori e nelle tradizioni di una parte tanto suggestiva del BelPaese. È stato il quinto evento di questa tipologia, sino al 2019 annuale e riservata alla Toscana. Quest’anno Monica Balli l’ha esteso a un raggio molto più ampio considerata l’esigenza di aiutare la ripresa del turismo ovunque.

Il programma, come sempre congegnato per dar modo agli illustri partecipanti di appropriarsi dei vari lifestyle e di interiorizzarli, privo della stressante agenda di appuntamenti che normalmente caratterizza educational come questo, ha lasciato adeguato spazio al relax, al networking e a un’autentica esperienza dei luoghi all’insegna delle coccole e della scoperta. Ne è sortita una vetrina efficacissima, un vero innamoramento degli ospiti per i luoghi visitati, tant’è che ci torneranno ancora, e presto, per organizzare i loro eventi e i loro matrimoni di maggior richiamo.
Prima tappa, Ladispoli (Roma), con  La Posta Vecchia Hotel, in cui il gruppo ha soggiornato due giorni: un viaggio nella storia che riassume perfettamente la magia dell’Italia, tra il romanticismo del Rinascimento, le feste dell’era di Pompei e il relax in stile contemporaneo. L’albergo, appartenente al gruppo Pellicano Hotels, è affiliato a The Leading Hotels e Virtuoso.
I partecipanti si sono poi trasferiti a Ischia, che si propone da tempo come nuova destinazione per eventi e viaggi, forte del suo patrimonio termale, storico e culturale oltre che della sua vicinanza con Napoli e la costiera amalfitana (solo un’ora da entrambe). La tappa, molto lunga perché durata sino al 18, è stata organizzata sotto l’egida del consorzio di imprenditori, manager e operatori turistici Ischia is more, che punta a promuovere Ischia nel mondo, e col contributo fattivo del TO Foraday, che ha organizzato un’attività geologica e archeologica in mare per raccontare la storia dei fondali dell’isola e una visita ai Giardini Ravino, celebri per le piante succulente.
Tre le strutture alberghiere che hanno ospitato i planner a Ischia: l’Hotel Mezzatorre, appartenente al gruppo Pellicano Hotels come La Posta Vecchia, e pure affiliato Leading e Virtuoso, boutique resort su una baia privata dominato da una suggestiva torre spagnola; Botania Relais & Spa, altro boutique resort in tre acri di giardino tra piante aromatiche, frutti e piscine di acqua termale; e il San Montano Resort & Spa, affiliato a The Small Leading Hotels of the World, tra decorazioni e arredi di sofisticata eleganza e piscine termali che esaltano la splendida vista tra il golfo di Napoli, e il golfo di San Montano. Cena di arrivederci a Ischia a base di cucina tipica locale presso La vigna di Alberto.
Quindi, tutti ad Amalfi, al neo-aperto Borgo Sant’Andrea, un meraviglioso 5 stelle annidato appena sotto una grotta sulla strada principale di Amalfi, che scende verso il mare. I panorami sono unici così come il design e il tocco di fashion lifestyle che caratterizza il soggiorno.
Quarta tappa: Paestum, ad appena un’ora da Amalfi. Il Savoy Beach Hotel è perfetto per grandi e piccoli eventi, praticamente unico hotel carbon neutral al mondo, ha un allevamento di bufale per mozzarelle e yogurt esportati in molte parti del mondo, e una ristorazione eccezionale con vini e pietanze indimenticabili. A gennaio 2022 sarà inaugurata la Spa.
E, gran finale, Napoli, Starhotel Terminus, parte della prestigiosa collezione della  famiglia Fabri di 30 alberghi fra Italia, New York, Londra e Parigi.

“Sono onorata ed emozionata di aver messo il mio know how di organizzatrice di lifestyle fam trip a disposizione del mio Paese e della sua voglia di rinascita. I planner che hanno visitato con me questi posti meravigliosi sono leader assoluti nel loro campo e movimentano persone – e personalità – in tutto il mondo. Proprio per questo collaborano e si confrontano fra di loro, per superare la loro stessa eccellenza: è il grande valore del networking, su cui noi italiani dovremmo riflettere – ha detto Monica Balli – Quest’esperienza è stata un’occasione d’oro per il nostro turismo, che certamente porterà abbondanti frutti considerate le manifestazioni”.

https://monicaballi.com

 

News Correlate