venerdì, 14 Giugno 2024

Tutti pazzi per l’Eurovision Song Contest a Torino

Martedì 10 maggio inizia l’Eurovision Song Contest 2022 a Torino, che terminerà sabato 14 con il gran finale. L’Italia è rappresentata da Mahmood e Blanco con la loro ‘Brividi’, è pronta ad accogliere i fan provenienti da tutta Europa, che verranno per sostenere i rappresentanti della propria nazione e approfitteranno dell’occasione per concedersi una vacanza alla scoperta delle bellezze di Torino e dintorni.
La società di affitto di case vacanze Belvilla by OYO ha quindi calcolato quanto potrebbe costare ai viaggiatori europei un soggiorno di un weekend comprensivo di ingresso alla finale, o di un’intera settimana con tutti gli spettacoli della kermesse. In questa ricerca, sono stati presi in considerazione i costi di viaggio, di alloggio, il costo dei biglietti, di eventuali visite alle attrazioni turistiche e i costi del cibo.
Secondo Belvilla, i viaggiatori che spenderanno di più per trascorrere la settimana dell’Eurovision Song Contest a Torino saranno gli olandesi, ai quali la vacanza costerà circa 9.632 euro, mentre ai francesi, che raggiungeranno Torino in treno da Parigi, la vacanza costerà soltanto, per così dire, 9.188 euro. Tra coloro che decideranno invece di trascorrere soltanto il weekend nel capoluogo piemontese, saranno i viaggiatori danesi a spendere di più, con circa 2.893 euro a persona per viaggiare da Copenhagen in treno, mentre chi spenderà di meno saranno sempre i francesi, che viaggiando da Parigi in aereo dovranno pagare 2.368 euro a persona.
La presenza di questo importante evento a Torino si riflette anche sui costi degli alloggi per quel fine settimana: in media, infatti, i visitatori pagheranno 1.074 euro per due notti. Durante la vacanza, inoltre, i fan dell‘ESC potranno prendersi del tempo per scoprire la città: in media, l’ingresso alle 20 attrazioni più popolari costa 6,90 euro, considerando sia alcune delle principali come Il Museo Egizio, la Mole Antonelliana con il suo popolare Museo del Cinema, il Parco del Valentino e il Duomo, sia altre per cui l’accesso è gratuito.
Inoltre, per i viaggiatori europei vale sicuramente la pena fermarsi ad assaporare le prelibatezze della cucina tipica piemontese: dalla bagna cauda al vitello tonnato, fino al tartufo d’Alba, eccellenza assoluta del territorio insieme alle rinomate nocciole del Piemonte, da gustare sia in piatti dolci che salati. Il tutto, accompagnato naturalmente dagli ottimi vini regionali, come il Dolcetto d’Alba, il Barolo, il Barbera e l’Asti Spumante.

News Correlate