mercoledì, 4 Agosto 2021

AdP, certificato come buona pratica progetto ‘Autismo in viaggio attraverso l’aeroporto’

Il Ministero dell’Interno ha espresso parere favorevole e certificato la proposta di buona pratica ‘Autismo. In viaggio attraverso l’aeroporto’, realizzata e presentata da Aeroporti di Puglia. “AdP – ha detto il presidente Tiziano Onesti – non è solo un’azienda che è capace di raggiungere risultati importanti sul piano industriale ma è anche un esempio di come tutto ciò si possa conciliare con una non comune sensibilità a temi di alto valore etico e sociale. Un’azione costante, non occasionale, nella quale il benessere delle Persone che si affidano a noi costituisce un riferimento imprescindibile. Per questo motivo, quando da parte di Enac ci fu chiesto di lavorare, quale primo aeroporto italiano, a un progetto pilota da estendere successivamente agli altri scali nazionali, abbiamo accolto la richiesta dedicando a ciò la massima e incondizionata disponibilità, consapevoli della responsabilità sociale e del valore che ogni nostra azione assume per chi si affida a noi nella certezza di poter usufruire di livelli di assistenza improntati sì all’efficienza, ma soprattutto, e mi piace sottolinearlo, a una grande umanità”.

Soddisfazione espressa anche dal vicepresidente, Antonio Vasile, dal Consigliere di Amministrazione, Beatrice Lucarella, e dal dg Marco Franchini, che hanno voluto sottolineare come ancora una volta il gestore aeroportuale pugliese, con atti concreti, abbia dimostrato di essere una società con una spiccata sensibilità sociale.
Il progetto, nato dalla stretta collaborazione tra AdP, Enac e il mondo delle Associazioni che operano in questo settore, si articola su: una brochure informativa dedicata a chi deve organizzare il viaggio; la pubblicazione sul portale www.aeroportidipuglia.it della ‘storia sociale’ che attraverso testi, immagini e contributi sonori descrive in modo semplice e diretto tutte le fasi che si susseguono al momento di intraprendere il viaggio in aereo; la possibilità di organizzare visite di familiarizzazione in ambito aeroportuale per sperimentare le varie fasi di permanenza nello scalo; un’area dedicata nella zona imbarchi.

News Correlate