lunedì, 19 Aprile 2021

Alghero sotto la lente d’ingrandimento di Elaris interessata a diverse strutture storiche                           

Ad Alghero è in corso un’operazione con protagonista Elaris Holding, realtà milanese che sviluppa progetti per generare e fornire energie rinnovabili attraverso le diverse società del gruppo. In attesa di irrompere sul mercato sardo con progetti a Porto Torres e Iglesias, la holding investe sul turismo per dare solide basi agli investimenti sull’Isola. Attualmente, si lavora sulle trattative per acquisire il Carlos V dalla famiglia Giorico, il Baia di Conte dal Gruppo Santoni, il Las Tronas, il Calabona e il dismesso Eleonora. Al vaglio anche El Faro e altre strutture appetibili. L’operazione ammonta già a quasi 100milioni di euro. Elaris gestirebbe la stragrande maggioranza dei posti letto in provincia, mentre il Comune sta per varare un Puc in cui dovrebbero essere scritte le sorti dello sviluppo edificatorio di Alghero, che gli albergatori locali preconizzavano a Maria Pia, all’estremità del litorale urbano in direzione di Capo Caccia.
Di recente il management di Elaris ha incontrato il sindaco di Alghero, Mario Conoci, mostrando interesse anche per l’ex Tris Blu, simbolo della movida algherese degli anni d’oro, oggi abbandonato, e per il Balaguer, altra struttura in decadenza, che congiunge fisicamente l’area di Calabona, dove sorgono due strutture in acquisizione, e il lungomare Valencia, dove se ne trovano altre due.

News Correlate