lunedì, 29 Novembre 2021

Ita deposita ricorso contro esclusione bando. Intanto Regione traccia linee guida

Dopo l’annuncio della settimana scorsa i legali di Ita Airways hanno depositato al Tar della Sardegna ricorsi contro l’esclusione del nuovo vettore dal bando con procedura d’urgenza per l’assegnazione delle rotte tra i tre scali dell’Isola (Alghero, Cagliari e Olbia) e gli hub nazionali di Roma Fiumicino e Milano Linate. Si tratta di un singolo ricorso per ogni tratta e che ora pendono come una spada di Damocle sui collegamenti agevolati per i residenti sardi affidati ora a Volotea con una successiva procedura negoziata.
Tra qualche giorno, i giudici amministrativi saranno chiamati ad esprimersi anche sul nuovo ricorso di Ita Airways e sulla nuova richiesta cautelare di sospensione degli atti di esclusione dal bando e di tutti quelli successivi, compresa l’assegnazione delle rotte in continuità territoriale a Volotea.
Intanto la Regione traccia le linee guida del nuovo regime di continuità territoriale che scatterà al termine dei 7 mesi di affidamento straordinario a Volotea n vigore dal 16 ottobre. La Giunta ha approvato la delibera che fissa i punti principali del nuovo sistema, “dopo un lungo cammino di condivisione con la rappresentanza italiana a Bruxelles e con il Governo, riconquistiamo alcuni dei diritti fondamentali dei sardi – dice il presidente della Regione Christian Solinas – garantendo i volumi di traffico in continuità agli aeroporti sardi, i prezzi fissi per i residenti, la tariffa unica per i non residenti che viaggiano per lavoro. Dopo molti anni viene reintrodotta, per le destinazioni di Torino e Bologna, da e verso alcuni aeroporti sardi, la cosiddetta continuità territoriale minore. Il nuovo progetto – prosegue – anche in considerazione dell’incertezza dell’evolversi della pandemia da Covid-19, avrà un orizzonte temporale di due anni, nel corso del quale proseguirà un attento monitoraggio della domanda e dell’offerta commerciale, prestando particolare attenzione al meccanismo di formazione dei prezzi dei biglietti aerei”.
In particolare tra le rotte da assoggettare ad oneri di servizio pubblico il nuovo schema include, oltre ai collegamenti dai tre aeroporti sardi di Cagliari, Alghero e Olbia verso le rotte storiche di Roma Fiumicino, Milano Linate, anche il collegamento con Alghero-Bologna, Cagliari-Bologna nonché il collegamento Cagliari-Torino. I costi: al lordo dell’Iva e al netto delle tasse aeroportuali, la tariffa massima per i passeggeri residenti applicabile ai collegamenti con Roma Fiumicino è pari a 39 euro; 47 euro per Milano Linate e Bologna; 60 per Torino. Sono equiparati ai residenti in Sardegna i disabili, gli studenti universitari fino al compimento del 27° anno, i giovani dai 2 ai 21 anni e gli anziani al di sopra dei 70 anni. I bambini al di sotto dei 2 anni viaggiano gratuitamente se non occupano il posto a sedere. Tra le novità, le tariffe sono abbattute del 30% per bambini dai 2 ai 12 anni non compiuti.    Viene introdotta almeno parzialmente la tariffa unica.

News Correlate