lunedì, 19 Aprile 2021

Sardegna in zona bianca, al via con le riaperture. Solinas: vaccini subito

La Sardegna, sorretta dal suo Rt basso, guadagna la ‘zona bianca’, ad eccezione di 3 Comuni del sassarese da alcuni giorni in zona rossa. Sono 12mila i locali chiusi o soggetti alle restrizioni – tra questi 800 agriturismo – che torneranno quasi alla normalità. Anche le persone, sempre con mascherine e distanziamento, potranno spostarsi liberamente con il solo divieto di stazionare nei punti ‘caldi’.
Il governatore Cristian Solinas vuole chiedere al premier Mario Draghi una corsia veloce per vaccinare tutti i sardi entro 45 giorni e consolidare l’isola nel percorso Covid-free. Da oggi in Sardegna si potrà circolare ovunque e senza limiti di orario, il coprifuoco rimarrà limitato a piazze, belvedere e lungomare dove si potrà solo transitare senza soste. Centri commerciali aperti anche nel fine settimana.
Ristoranti aperti fino alle 23, si torna al servizio al tavolo e alla convivialità. Rinascono anche i bar aperti fino alle 21. Ma non è un ‘liberi tutti’, avverte il governatore memore del “prezzo pesantissimo, pagato l’estate scorsa quando ci è stato riportato il virus sull’isola: ecco perchè il vero tema adesso saranno i controlli da un lato e il senso civico delle persone dall’altro”.
“Le persone e i turisti sono i benvenuti – dice il governatore – chiediamo solo nel loro interesse di arrivare con un test già eseguito o qualora non lo avessero, di dedicarci qualche minuto all’arrivo per eseguirlo. Se nel corso della prima settimana di allentamento vedremo indicatori con segno positivo procederemo con la riapertura di palestre, piscine e scuole di danza, fino al ritorno alla tanto agognata nuova normalità”, promette Solinas.

News Correlate