domenica, 24 Gennaio 2021

Porto Rotondo compie 50 anni tra musica, arte e cultura

A Porto Rotondo hanno preso il via le celebrazioni per il Cinquantennale della fondazione del borgo. Sabati 21 giugno, infatti, si è svolta una giornata di appuntamenti e manifestazioni per inaugurare il programma predisposto dal Consorzio di Portorotondo e dalla Fondazione Portorotondo – il ‘Portorotondo Festival 2014’ – con il patrocinio della Regione e del Comune di Olbia. I primi 50 anni di vita del villaggio sono stati festeggiati con un omaggio alle tradizioni sarde, all' arte e alla musica. 
La giornata ha preso il via con la Messa solenne per i 50 Anni di Portorotondo officiata dal vescovo di Tempio, Sebastiano Sanguinetti, in piazza San Marco. Ad accompagnare la liturgia i brani sacri del repertorio classico interpretati dalla voce di Maria Giovanna Cherchi. Per tutta la giornata, sempre in piazza San Marco, a disposizione anche lo speciale annullo filatelico predisposto da Poste Italiane per celebrare l'anniversario. In serata, nella chiesa di San Lorenzo, si è svolta la conferenza evento ‘Le Bellezze di Portorotondo’ con Vittorio Sgarbi a raccontare i capolavori artistici del villaggio, soffermandosi sulle caratteristiche peculiari del patrimonio che si è arricchito negli anni e che oggi contribuisce a rendere unica la realtà di Porto Rotondo. Nell'occasione sono stati presentati gli ultimi lavori eseguiti da Mario Ceroli nella chiesa di San Lorenzo: la croce in cristallo nella facciata nord, il fonte battesimale, le vetrate artistiche della facciata che guarda il teatro, e le due sculture in vetro, posizionate all'interno della chiesa, raffiguranti Papa Wojtyla e Madre Teresa di Calcutta. A chiudere la prima giornata il concerto per pianoforte del giovane talento russo Alexey Shagaev.

News Correlate