giovedì, 21 Gennaio 2021

Tecnologia immersiva per promuovere il turismo in Sardegna

Le nuove frontiere della promozione turistica passano anche dalla realtà virtuale, dalla tecnologia immersiva che permette di visitare luoghi rimanendo fermi a casa propria. È l’idea che il Crs4 sta sviluppando e che vede come partner la Cciaa di Cagliari. Un progetto denominato ‘Sarim – Sardegna Immersiva: nuovi linguaggi per la promozione turistica dell’Isola’ che oggi pomeriggio sarà presentato alle imprese.

“Vogliamo sfruttare le potenzialità della realtà immersiva e dei contenuti video e fotografici a 360 gradi per il turismo – ha detto Massimo Deriu, ricercatore CRS4 – indossando degli occhiali ci sarà la possibilità di immergersi in altri luoghi, non solo le classiche destinazioni, mare e coste, ma anche località bellissime ma meno note in modo da delocalizzare e destagionalizzare”.
L’obiettivo è utilizzare una tecnologia sviluppata soprattutto per i videogiochi per la promozione turistica. Proporre ai futuri visitatori degli “assaggi” di quanto di bello c’è in Sardegna mentre ancora si trovano a casa loro. Dall’altro proporre a chi si trova già in Sardegna delle mete da visitare, facendole quasi toccare con mano.

“L’idea è quella di fornire alle imprese un nuovo strumento integrato per il loro business – sottolinea Deriu – Acquisire competenze nella progettazione, produzione e distribuzione di contenuti realizzati con queste tecniche può offrire ricadute economiche immediate sia per chi gestisce l’offerta turistica, sia per chi opera nella produzione di applicazioni e servizi”.

News Correlate