sabato, 26 Settembre 2020

Ue, Delrio firma proroga per collegamenti aerei da e verso Sardegna

Nonostante l’intervento del ministro dei Trasporti Graziano Delrio,  sui cieli della Sardegna incombe la tagliola di Bruxelles che mette a rischio tutte le tratte dai tre aeroporti sardi alla Penisola.
Lo stop Ue, con rilievi formali sui tutti e tre i bandi, potrebbe trasformarsi in una procedura di infrazione per aiuti di Stato, con l’obbligo di restituzione delle risorse pubbliche erogate alle compagnie aeree dalla Regione. “Non subiremo l’ennesimo tentativo di subordinare richieste essenziali dei sardi a un regolamento comunitario”, commenta Carlo Careddu, assessore regionale ai Trasporti.
I collegamenti aerei in continuità territoriale tra l’aeroporto di Cagliari e quelli di Roma Fiumicino e Milano Linate saranno garantiti da Alitalia, in regime di proroga, sino al 9 giugno 2018.  Nel provvedimento, firmato dal Derio,  si ripercorrono tutte le fasi che hanno portato alla proroga, che arriva a poco meno di un mese (9 novembre) dalla scadenza del vecchio bando sulla continuità aerea con oneri di servizio pubblico assegnato, per quanto riguarda le tratte da e per Cagliari, ad Alitalia.
La compagnia aveva deciso di non partecipare alla nuova gara per l’affidamento dei collegamenti con i due hub principali della Penisola e nessun’altro vettore si era fatto avanti, tanto che il bando era andato deserto. Assegnati, invece, a Blue Air e a Meridiana rispettivamente i collegamenti tra Alghero, Roma e Milano e quelli su Olbia. Per l’Isola la continuità aerea vale 205 milioni di euro complessivi sino al 2021 suddivisi per anno e per singola tratta. Dopo l’esito della gara, la Regione aveva iniziato subito le interlocuzioni con il ministero e con la Commissione Europea, quest’ultima ha ora sollevato rilievi su tutti i nuovi bandi predisposti dalla Giunta di Francesco Pigliaru.

News Correlate