martedì, 22 Settembre 2020

Il duo Baglieri e Laneri punta su aeroporto sempre più accogliente e accessibile

Accoglienza, accessibilità e personale sono stati tra i primi temi affrontati da Ornella Laneri, neo amministratore delegato della SAC e dalla presidente Daniela Baglieri, già al lavoro per prendere contatto con questa realtà ed individuare il programma di lavoro

“Ed un piccolo gesto ma significativo – ricorda Ornella Laneri – sarà rivolto già da oggi ai  passeggeri in arrivo all’aerostazione di Catania, ai quali sarà offerto un bicchiere d’acqua ed anice dal team di accoglienza di Norma la società creata dalla Sac, in occasione di Expo, per essere luogo d’incontro per i passeggeri in partenza e valorizzazione dei prodotti siciliani. Il progetto prevede anche la possibilità di integrarsi con l’area check in per i passeggeri in partenza con i voli charter.

Con la presidente – continua Laneri – abbiamo incontrato anche il personale il cui livello professionale è notevolmente elevato e fortemente motivato e con loro riteniamo di poter esaltare ulteriormente lo spirito di appartenenza, perché l’aeroporto rimane il primo contatto con la realtà turistica del territorio. Per questo vogliamo lavorare anche sul fronte dell’accessibilità a tutti i livelli e non solo per i disabili. Abbiamo in atto trovato una Società in buona salute – ricorda –  anche se sono ampissimi i margini di miglioramento e potenziamento. Già il mese di luglio l’aeroporto ha fatto registrare un incremento di passeggeri del 18% e le Compagnie ci dicono che è aumentato il load factor. Dati incoraggianti ma non esaustivi di una potenzialità di cui si farà carico il nostro commerciale.

Ovviamente non sono i soli ma sono quelli che hanno caratterizzato la vigilia dell’incontro con l’Enac, già questa mattina in fase di svolgimento,  per un dovuto atto di presentazione ma anche per individuare criticità e le possibili soluzioni con un occhio ai piani d’investimento, all’ampliamento dell’aerostazione che – chiosa Laneri – “preferisco annoverare tra le opportunità e non le criticità”.

News Correlate