TESTMSL

Meno voli Ryanair a Birgi, Trapani chiede i buoni vacanza

Presidente della Camera di commercio lancia grido d’allarme dopo la decisione della low cost

"Ryanair ha cancellato 72 dei 264 voli settimanali previsti a Trapani. Non si può andare avanti con un aeroporto operativo al 50% tra la confusione più totale per i passeggeri e la forte incertezza che aleggia tra gli operatori". A lanciare il grido d'allarme è Giuseppe Pace, presidente della Camera di Commercio di Trapani in apertura dei lavori del forum "A vele spiegate. La rotta verso uno sviluppo sostenibile".
"L'aeroporto deve tornare alla sua piena operatività – ha aggiunto – con tutti i collegamenti a suo tempo pianificati con Ryanair Ne va del futuro dell'economia della provincia di Trapani. Un territorio che può ben rappresentare una meta alternativa alle destinazioni classiche dei paesi del Mediterraneo (Tunisia e Marocco in testa). Ma questa vocazione turistica del trapanese – ha osservato Pace – confermata dai dati degli ultimi anni che hanno visto crescere il comparto del 5,8% su base annua (oggi risultano registrate  ben 2.100 imprese) rischia una inversione di tendenza se non si saprà difendere il ruolo di scalo civile e commerciale dell'aeroporto Vincenzo Florio".
Secondo il segretario generale della Camera di Commercio trapanese,  Alessandro Alfano, la soluzione potrebbero essere i buoni vacanza che "consentirebbero di far arrivare in questo territorio un turismo che fino ad oggi non ha inserito Trapani tra le proprie destinazioni preferite".

News Correlate