martedì, 2 Marzo 2021

Musumeci a Birgi: il rilancio passa dalla sinergia con Palermo 

Visita oggi a Birgi per il presidente della Regione Nello Musumeci. Un’occasione per ribadire l’intenzione di accorpare la gestione degli scali siciliani. “È necessario – ha detto il governatore – creare un’unica società che gestisca gli aeroporti di Punta Raisi e Birgi. Trapani è a soli 100 chilometri da un aeroporto internazionale. E sappiamo che il grosso mangia il piccolo. Lo scalo di Trapani per essere competitivo deve entrare nel sistema di un aeroporto più grosso”, ha aggiunto Musumeci auspicando “un unico sistema, uno funzionale all’altro”.

“Occorrerà un passaggio intermedio però – ha aggiunto Musumeci – che passa anche attraverso due cda, uno per gli aeroporti della Sicilia Orientale ed uno per gli scali della Sicilia Occidentale. Per questo prossimamente ci saranno due incontri, uno per la Sicilia Occidentale ed uno per la Sicilia Orientale. Musumeci, poi, senza mai citare Ryanair, ha aggiunto che Birgi “non può rimanere ostaggio di una sola compagnia”.

La giornata si era aperta con le dimissioni a sorpresa di Elena Ferraro dalla carica di consigliere di amministrazione dell’Airgest spa. Un incarico voluto fortemente da Musumeci. “Macchina burocratica regionale inefficiente e inefficace che ha azzerato il rapporto di fiducia con l’ente Regione. Un rapporto creato in nove mesi di lavoro svolto con totale dedizione e spirito di servizio nell’esclusivo interesse del territorio”. Queste le parole di Ferraro a commento delle sue dimissioni, riportate in una nota stampa.

 

News Correlate