sabato, 25 Settembre 2021

Trapani torna a sorridere e Ryanair apre due rotte per la Winter

Reportage sul sistema aeroportuale siciliano – III puntata

Terza puntata del monitoraggio di Travelnostop.com dedicato al sistema aeroportuale siciliano. Dopo Palermo e Catania, oggi è la volta di Trapani Birgi.

Nonostante la pandemia da covid, l’aeroporto di Trapani torna a sorridere. Lo scalo ha registrato 43 mila passeggeri del mese di giugno, in aumento del 12% rispetto allo stesso mese del 2019 e un incremento del +26% di movimenti. Una risalita aumentata in modo esponenziale a luglio, quando oltre ogni più rosea previsione, si sono superati anche i dati dello stesso periodo del 2019, sia in termini di movimenti (733 vs 605 in aumento del +21% rispetto al 2019) sia di passeggeri +60% ( 65.358 vs 40.918 nel 2019).

“Quando da marsalese e da imprenditore sentivo che si parlava di chiusura dell’aeroporto di Trapani Birgi – ricorda Salvatore Ombra, presidente di Airgest, società di gestione dell’aeroporto – sentivo addosso una doppia sconfitta, come cittadino e come ex amministratore dello scalo. Aver potuto guidare nuovamente il Vincenzo Florio e assistere, grazie al supporto illuminato della Regione siciliana, socio di maggioranza, ad una sua rinascita è stato molto di più che una semplice soddisfazione professionale: è stata una vera emozione. Il territorio è profondamente legato al suo aeroporto. Eppure non è stato facile, c’era un rapporto compromesso con Ryanair da ricucire, c’è stato l’abbandono dall’oggi al domani di Alitalia e ultimo ma non meno importante il Covid. Proprio nei giorni scorsi – conclude Ombra – facendo un confronto tra le poltrone vuote nella sala d’attesa dell’aeroporto del 2019 e la gioiosa folla di queste settimane, avrei potuto notare le tante differenze, e invece ho visto solo cosa non è cambiato: la speranza, la fiducia e la voglia di andare avanti e volare!”.

Ma per l’aeroporto di Birgi anche i prossimi mesi saranno particolarmente intensi. Già nelle prossime settimane decolleranno i voli diretti per Sharm El Sheikh e Dubai, quest’ultimo in occasione dell’EXPO 2022. Si tratta di due collegamenti settimanali operati da Albastar dal 1 ottobre 2021 al 31 marzo ‘22. Blueair inoltre ha confermato la tratta per Torino anche per la stagione invernale. Sul capoluogo piemontese si giocherà la sfida con la low cost irlandese Ryanair che debutterà sulla tratta il 2 novembre con tre frequenze settimanali (il martedì, giovedì e sabato). E sempre la low cost irlandese riproporrà due nuove rotte internazionali nella Winter 21: Londra Stansted e Bruxelles Charleroi, già attive qualche anno fa, oltre a potenziare il collegamento verso Roma Ciampino e Bergamo che diventa quotidiano, per un totale di 7 voli in più da Birgi.

Nel network estivo confermati i voli da Ancona, Genova, Linate, Trieste e Perugia (Tayaranjet); Bologna, Karlsruhe, Katowice, Lamezia Terme, Malta, Bergamo, Pisa, Praga, Ciampino, Treviso, Venezia e Pescara (Ryanair); Cuneo, Napoli, Malpensa, Fiumicino, Parma e Brindisi (Albastar); Forli, Olbia (Lumiwings); Torino (Blue Air).

News Correlate