martedì, 18 Giugno 2024

L’inclusione lavorativa formata dalla Yellow School diventa realtà al San Paolo Palace

Quattro new entry nello staff del San Paolo Palace di Palermo. Si tratta di 4 degli allievi della Yellow School di Palermo, l’Academy fondata da Luca De Paoli nel gennaio 2020 che punta all’inserimento sociale e lavorativo di ragazzi affetti da disabilità per formarli e renderli autonomi. In 4 anni gli iscritti sono passati da 18 a 40.

“Grazie al protocollo firmato con Confcommercio – racconta De Paoli – con l’importante apporto della presidente Patrizia Di Dio, stiamo lavorando per favorire l’accesso al lavoro dei nostri ragazzi partendo dal presupposto che l’inserimento lavorativo è alla base dell’autonomia dell’individuo. In questo senso, dopo i casi di successo con la Blu Ocean di Casteldaccia, i ristoranti-pizzerie Villa Costanza e la Braciera di Palermo e altre imprese che hanno assunto i nostri allievi, anche l’hotel palermitano ha deciso di sposare da subito questa iniziativa. Dunque, sono già quattro i giovani che hanno iniziato la loro esperienza al San Paolo Palace. Luca insieme a Silvana si occupano della reception mentre Francesco e un’altra ragazza si occuperanno del servizio colazione e pranzo. Si tratta di mansioni che il direttore Salvatore Romano ha ritagliato seguendo le inclinazioni dei quattro giovani per metterli nelle condizioni di lavorare al meglio”.


Ma non finisce qui. Perché l’obiettivo a media-lunga scadenza di De Paoli è quella di realizzare un campus, un luogo in cui i ragazzi possano vivere, studiare e lavorare in autonomia anche al di là della presenza dei loro genitori.

“Abbiamo dedicato una particolare attenzione – aggiunge Salvatore Romano – per inserire al meglio questi ragazzi all’interno dello staff del San Paolo Palace e incoraggiarli così a svolgere il loro lavoro con la massima serenità convinti che il turismo sia un settore che si presta particolarmente all’inclusione. Inoltre, considerando che l’ospitalità accessibile può attirare un nuovo segmento di mercato, quello delle persone con esigenze di accessibilità o disabilità, e dei loro accompagnatori, la presenza degli alunni della Yellow School può anche stimolare l’arrivo nel nostro hotel di questa fascia particolare di clientela”.

News Correlate