lunedì, 23 Novembre 2020

Non solo Perla Jonica, lo sceicco ora vuole 4 hotel di Acqua Marcia

Lo sceicco innamorato della Sicilia non si ferma alla Perla Jonica. Hamed Bin Al Hamed della famiglia reale di Abu Dhabi che detiene il 100% della Item Holding ora punta a quattro alberghi storici siciliani. Secondo quanto riporta La Sicilia, la società avrebbe proposto alla curatela del fallimento Acqua Marcia di Francesco Caltagirone Bellavista l’acquisto dell’Excelsior di Catania, il San Domenico di Taormina, le Palme e Villa Igiea di Palermo.

E contestualmente, con lettera ufficiale, ha proposto al ministero di Grazia e Giustizia, la cessione dell’Excelsior di Catania, che diventerebbe una specie di Palazzo di Giustizia bis nella stessa piazza Verga. L’acquisto degli hotel è in via di definizione e si parla di cifre intorno ai 100 milioni di euro. 

Oltre ai quattro citati, Acqua Marcia possiede in Sicilia altri due alberghi, l’Excelsior di Palermo e il Des Etrangers di Siracusa che però sarebbero nel mirino di un altro gruppo.

Inoltre, proprio come è accaduto per la Perla Ionica che verrà gestito da Hilton e si chiamerà appunto Hilton Capomulini, anche i tre alberghi (considerato che l’Excelsior di Catania dovrebbe smettere la sua funzione di hotel) verrebbero dati in gestione a Hilton prendendo però, in questo caso, il marchio Waldorf Astoria.

News Correlate