venerdì, 14 Maggio 2021

Albergatori eoliani si promuovono con tre iniziative su loveolie.com

Gli albergatori eoliani si sono presentati alla Bit 2015 con un mix di promozioni con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità della destinazione e a valorizzarne le peculiarità che rendono le Isole Eolie da tanti anni un’ambita meta internazionale.

“Mentre l’assessore regionale al Turismo, Cleo Li Calzi – commenta Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Eolie – presenta con orgoglio l’albergo diffuso e punta sulle dimore storiche ed altre forme di ricettività tanto ‘innovative’ quanto improbabili e dai contorni spesso poco chiari o, in ogni caso, operanti di fatto in regime di concorrenza sleale, gli albergatori eoliani attraverso loveolie.com presentano tre iniziative per promuovere il territorio”.

La prima, i cui contenuti erano stati anticipati alla BTO di Firenze, ha l’obiettivo di stimolare attraverso immagini di qualità – prime tra tutte quelle rese disponibili dalla partnership con Socialeolie – le principali valenze naturali e paesaggistiche delle 7 perle del Tirreno. Sulla pagina facebook “Loveolie” è attivo l’applicativo che consente di partecipare a un contest fotografico che consente di vincere tre soggiorni alle Eolie.

La seconda iniziativa – già proposta al Vinitaly, in collaborazione con la Condotta Isole Slow Siciliane, sviluppa uno dei temi di Expo 2015 – offre a quanti prenotano la propria vacanza alle Eolie attraverso loveolie.com una a cena a base di prodotti a chilometro zero o una degustazione in cantina, proprio con l’intento di esaltare la biodiversità agricola locale.

La terza offerta si indirizza a chi desidera raggiungere le Eolie in tutta tranquillità. In questo caso, prenotando attraverso loveolie.com è possibile usufruire del trasferimento gratuito ed assistito dall’aeroporto di Catania all’hotel.

“In una Bit decisamente sottotono rispetto ai fasti del passato – conclude Del Bono – occorre adeguarsi ai tempi ma rimane importante essere presenti per onorare se non altro i buyer internazionali, soprattutto, quanti tra loro sono alla ricerca di prodotti di nicchia  non necessariamente disponibili per varietà di offerta online e in altre destinazioni turistiche del bacino del mediterraneo”.

 

News Correlate