giovedì, 25 Febbraio 2021

Turismo in ginocchio alle Eolie, Confesercenti chiede tavolo tecnico

L’istituzione di un tavolo tecnico per un confronto proficuo e costruttivo con l’Amministrazione sulla crisi del comparto turistico e le strategie da mettere in atti per aiutare le imprese. È quanto richiesto dalla dirigente di Confesercenti Messina, nonché delegata per le Isole Eolie, Dominga Monte, che ha scritto una lettera al sindaco di Lipari Marco Giorgianni.

“Il comparto turistico è in ginocchio e il protrarsi dell’emergenza sanitaria non fa ben sperare per la prossima stagione. Urge intervenire non solo garantendo adeguati aiuti economici, ma mettendo in atto una programmazione che consenta alle imprese del settore turistico- alberghiero eoliane di non farsi trovare impreparate nel contesto di una ripartenza che riguarderà l’Italia intera e gli altri paesi europei. Il protrarsi dell’emergenza sanitaria – si legge in una nota riportata sul sito letteraemme.it – non ci fa sperare in una florida prossima stagione turistica. Una programmazione è indispensabile soprattutto perché nel momento in cui il turismo sarà pronto a ripartire, la ripartenza riguarderà non solo l’Italia e dunque le Isole Eolie, ma anche tutti gli altri paesi europei. Programmazione – prosegue – ma anche aiuti economici, sgravi contributivi e esenzioni di tributi locali così come già attuati per il 2020. Prendiamo atto del lavoro dell’Amministrazione in tal senso, ma chiediamo al sindaco Giorgianni di conoscere se il fondo perequativo sia stato interamente utilizzato e in quale modo e quali siano prospettive per sostenere le imprese nel 2021. Anche dal punto di vista sanitario sono necessari dei chiarimenti riguardo all’ospedale di Lipari, supporto importante sia per il cittadino eoliano ma anche per il turista in transito alle Eolie. Chiediamo dunque – conclude – di attuare controlli più specifici al teminal aliscafi con tamponi rapidi cosi come avviene in aeroporti e porti italiani”.

News Correlate