lunedì, 4 Marzo 2024

Una siciliana nel consiglio generale di Confindustria Alberghi

Nell’ambito dell’assemblea privata di Associazione Italiana Confindustria Alberghi, che si è svolta nei giorni scorsi al Cnel a Roma, è stato eletto il nuovo Consiglio generale e gli organi di controllo. Nel Consiglio generale, che resterà in carica per il biennio 2023/2025, è stata eletta tra gli altri Lidia Falzone di Lanterne Magiche Ortigia -Alagona Srl, in rappresentanza della Sezione Turismo ed Eventi di Confindustria Siracusa.

“Il settore alberghiero, in particolare in Sicilia, ha possibili scenari di crescita che vanno accompagnati da politiche lungimiranti. Gli imprenditori fanno la loro parte con impegno ed entusiasmo – ha commentato Lidia Falzone – Le interlocuzioni con i Governi regionale e nazionale nello spirito concertativo, devono mirare ad assicurare sostegni e facilitazioni per accompagnare la crescita”.

Soddisfazione per il risultato ottenuto è stata espressa dal presidente di Confindustria Siracusa Gian Piero Reale e dalla presidente della Sezione Turismo ed Eventi di Confindustria Siracusa Patrizia Candela. “Per la prima volta – ha commentato Reale – la Sicilia, ed in particolare la provincia di Siracusa, ha un rappresentante nel Consiglio nazionale. Sono certo che daremo un contributo sostanziale per le attività a sostegno del Turismo, settore strategico della nostra economia”.

“In Sicilia ed in particolare a Siracusa i dati sono confortanti – ha detto Patrizia Candela, Presidente della Sezione Turismo ed Eventi di Confindustria Siracusa – i segnali positivi ci danno ottimismo per il futuro. Registriamo una buona performance anche nei mesi autunnali con un + 10% di media; con ovvie differenze tra le varie categorie di hotels e le previsioni ci dicono che anche il periodo delle feste proseguirà con segnale positivo. Siamo ottimisti e molto soddisfatti della presenza di una rappresentante della Sicilia e di Siracusa nel Consiglio Generale di Confindustria, evento che conferma la nostra intenzione di far sentire la voce della nostra Isola in ambito nazionale, perché il turismo in Sicilia non è e non può essere considerato marginale, ma resta un volano fondamentale”.

News Correlate