martedì, 29 Settembre 2020

Il Teatro Massimo diventa 2.0 e lo fa con sito, app e web tv

Nuove tecnologie e nuovi strumenti di comunicazione hanno trasformato il Massimo di Palermo in un teatro è 2.0. Le novità sono state illustrare dal sovrintendente Francesco Giambrone e dal direttore della Comunicazione, nuovi media e marketing Gery Palazzotto.     

La web tv, accessibile dal sito teatromassimo.it, verrà inaugurata domenica con la diretta di ‘Jenufa’: 4 telecamere, guidate da una regia mobile, consentiranno di seguire da casa l’opera di Leóš Janáček, diretta da Robert Carsen. In più, ogni fine settimana, ‘Teatro Massimo tv’ riproporrà un’opera del passato presentata dal sovrintendente Francesco Giambrone e del direttore artistico Oscar Pizzo.    

“Una nuova offerta che il Teatro fa al suo pubblico – dice Giambrone – nell’ottica di un sempre maggiore diffusione della lirica in tutte le fasce della popolazione”.   

“Grazie a una moderna regia televisiva mobile collegata a tre telecamere – dice Gery Palazzotto – siamo ormai in grado di mettere in piedi una diretta web in poche ore. Quando un’opera è sold out in tutte le sue repliche o in caso di eventi attesi come il concerto di Capodanno o l’inaugurazione della stagione, apriamo al web per consentire a tutti di godersi lo spettacolo”.    

Attenzione anche per il sito, che registra circa 1.500 utenti al giorno e un incremento di visitatori del 26% rispetto allo scorso anno. Numeri significativi anche per quanto riguarda i social network: solo nel 2016 il Teatro ha registrato un incremento del 96% su Facebook rispetto all’anno precedente. E poi c’è la nuova app che consente di essere sempre aggiornati su programmazione offerte della stagione grazie al calendario eventi sincronizzato in tempo reale col sito teatromassimo.it. Inoltre dà la possibilità di acquistare biglietti online.   

Infine, il teatro, infine, ha recentemente aderito al progetto del Google Cultural Institute, piattaforma di Google che raccoglie in un unico immenso databank le più importanti istituzioni culturali del mondo, mettendo online foto ad altissima risoluzione, video e documenti, grazie anche al Google Art Project. La scorsa estate una troupe di Google Street View ha effettuato riprese a 360 gradi in tutte le sale e presto sarà possibile effettuare una dettagliata visita virtuale del Teatro tramite la piattaforma di Google.

News Correlate